Alzini: «Quelle lacrime erano sincere e che onore conquistare la prima vittoria della Cofidis»

Martina Alzini in azione al velodromo di Grenchen (foto: Federazione Ciclistica Italiana)

Martina Alzini non smetteva più di piangere dopo che il quartetto azzurro aveva tagliato il traguardo, quello della finale mondiale dell'inseguimento a squadre. In pista c'erano le sue compagne e amiche di sempre: Vittoria Guazzini, Elisa Balsamo, Chiara Consonni e Martina Fidanza. Sostituita da quest'ultima per l'atto conclusivo, Alzini è stata la donna in più in pista in quei quattro chilometri che hanno portato l'Italia nella storia: il primo oro di sempre per il quartetto femminile...

...............

Ami il ciclismo? Vuoi leggere questo articolo e tutti i contenuti esclusivi di quibicisport.it? Aderisci alle offerte EXTRA di Bicisport cliccando qui.

Se sei gia abbonato clicca qui per accedere