GIRO D’ITALIA / Dombrowski: «Ho controllato De Marchi. Sarebbe stato bello vestire la maglia rosa»

L'arrivo trionfale di Joseph Dombrowski nella quarta tappa del Giro d'Italia 2021 (Foto LaPresse)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Per il secondo giorno consecutivo, la fuga arriva in porto al Giro d’Italia. Stavolta a festeggiare è Joseph Lloyd Dombrowski. Il corridore della UAE Emirates transita per primo sul traguardo finale di Sestola, imponendosi nella quarta tappa della corsa rosa. Lo statunitense classe 1991 festeggia nel miglior modo possibile i 30 anni che compirà domani.

Colpaccio

Dombrowski ha espresso la sua felicità ai media ai canali ufficiali della sua squadra, la UAE Emirates: «Negli ultimi 50 km stavo bene, così ho cercato di non spendere troppe energie in vista del finale, sapendo che la salita era molto impegnativa. Il gruppo dei fuggitivi era folto e consideravo De Marchi uno degli avversari più forti, quindi l’ho tenuto d’occhio e sull’ultima ascesa sono partito, scavando un margine sufficiente per vincere. Non è stato abbastanza per prendere la maglia rosa, ma la soddisfazione per questo successo di tappa rimane comunque enorme».