Il saluto di Contador un’eredità importante

Tempo di lettura: < 1 minuto

Incontro con lo spagnolo quando la stagione è ormai lanciata verso il Giro e lui non ci sarà. Viaggio nella sua storia di attacchi senza rete. L’incapacità di rassegnarsi alla sconfitta. Le sfide con Armstrong e con Schleck. Le imprese e la sfortuna. E la ricetta per rilanciare la fantasia: via l’Srm dalle corse