Freccia del Brabante 2023: Percorso, favoriti e dove vedere la corsa in tv

Trentin
Matteo Trentin è uno dei favoriti per l'edizione di quest'anno dopo il terzo posto del 2021
Tempo di lettura: 4 minuti

Siamo a poche ore dalla partenza della Freccia del Brabante 2023. La corsa belga è arrivata alla 63edizione e come sempre farà da trampolino di lancio per le corse nelle Ardenne. La partenza è fissata a Leuven e il percorso prevede 205.1 km, con 10 strappetti (di cui però gli ultimi 5 ripetuti quattro volte) e 2 tratti di pavé (anch’essi percorsi per quattro giri). L’arrivo è invece fissati a Overijse, sull’ultimo dei muri in programma oggi.

🔍Il fattore chiave: il circuito di Overijse e la salita di Moskesstraat

Lungo 21.1 km e da ripetere per ben quattro volte, il circuito di Oversijse inizia dopo 107 km. Questo anello comprende i muri Hertstraat (700 m al 3.9% in pavé), Moskesstraat (500m al 7% in pavé), Holstheide (1 km al 5%), Hagaard (400 m al 8.6%) e S-Bocht (1.3 km al 3.7%).

Freccia del Brabante 2023
Altimetria Freccia del Brabante 2023

Il muro più duro è il Moskesstraat che presenta le pendenze peggiori (che in alcuni tratti sfiorano la doppia cifra) e ha la difficoltà in più di essere un tratto sulle pietre. Spesso la corsa si è decisa su questo strappetto. Se nel primo passaggio sul Moskesstraat si potrebbe tentare una prima selezione, sarà sul penultimo o addirittura sull’ultimo tratto che qualcuno potrebbe partire per un arrivo in solitaria sul traguardo. Questo perché dopo questa asperità arriva Holstheide, salita un po’ più lunga e pedalabile, dove si può guadagnare.

Freccia del Brabante 2023
Altimetria Moskesstraat

Freccia del Brabante 2023: i favoriti

⭐️⭐️⭐️ Primo Piano

Michal Kwiatokowski (Ineos-Grenadiers) – Il team britannico non porta per questa edizione il campione in carica, Magnus Sheffield. Per questo a partire con il numero 1 sarà l’esperto ciclista polacco. Insieme a lui una schiera di giovanissimi che la squadra vuole testare per il futuro: Leo Hayter, Michael Leonard, Joshua Tarling e Kim Heiduk.

Andre Bagioli (Soudal Quick-Step) – La squadra belga si presenta a questo appuntamento con il doppio capitano. Infatti, oltre al nostro azzurro, la Quick-Step ha portato anche Mauro Schmid. Entrambi hanno mostrato un ottima condizione settimana scorsa al Giro dei Paesi Baschi. Bagioli ha chiuso l’Itzulia con un 2° posto e tanto lavoro per lo svizzero. Schmid, invece, piazzandosi due volte sul podio e una volta in top 5. A entrambi è però mancato il successo… vedremo per chi lavorerà la squadra oggi.

Ben Healy (EF Education) – La vittoria nella terza tappa della Settimana Internazionale Coppi e Bartali e la vittoria al GP Industria mostra come l’irlandese stia bene fisicamente. Per lui questa sarà la prima gara della stagione sul pavé, quindi questo potrebbe essere l’ostacolo più grande per lui, ma la gamba e il momento psico-fisico sono dalla sua. Presenti per la EF anche il nostro Andrea Piccolo, Mikkel Honoré, Simon Carr e un rientrante Michael Valgren.

⭐️⭐️  Secondo Piano

Benoit Cosnefroy (Ag2r-Citroën) – La squadra francese viene da una stagione assolutamente deludente nella campagna a Nord e punta forte sulle ultime corse in Belgio. Starà al 27enne transalpino provare a dare un sorriso al suo team, visto che qui ha come miglior risultato un terzo posto nell’edizione del 2020 e un secondo nel 2022. Insieme a lui ci saranno anche i tre belgi Stan Dewulf, Oliver Naesen e soprattutto Greg van Avermaet, alla ricerca di un guizzo dopo mesi di nulla totale.

Matteo Trentin (Team UAE Emirates) – Dopo l’ottimo Fiandre, corso in favore di Pogacar e chiuso al 10° posto, la sfortuna lo ha tolto dalla lotta per la Roubaix molto presto. Matteo vuole quindi rifarsi qui alla Freccia del Brabante, corse dove è già salito sul podio nel 2021 (dietro a Pidcock e van Aert). Per questa gara tornerà a correre anche Alessandro Covi, che sembra aver risolto i problemi fisici che gli hanno negato la possibilità di partecipare alle gare dell’ultimo mese.

⭐️ Terzo Piano

Arnaud De Lie (Lotto-Dstny) – A partire con i gradi da capitano sarà il giovane belga, che domenica alla Roubaix ha sofferta il debutto in una classica così importante, ma che alla Dwars ha mostrato di saper andare forte sulle pietre. Occhio anche al danese Andreas Kros della Lotto che si queste salite brevi ha mostrato di avere un buono spunto.

Warren Barguil (Arkéa-Samsic) – In questa prima parte di stagione il francese non si è mai fatto notare nelle gare che ha corso. Però la Freccia del Brabante la conosce bene, lo scorso anno ha chiuso sul podio dietro a Shieffiled e al connazionale Cosnofroy. I due transalpini quest’anno sono tornati entrambi per provare a centrale quella vittoria che l’americano gli ha soffiato da sotto il naso.

🥇 Albo d’oro

2022 – Magnus Sheffield
2021 – Thomas Pidcock
2020 – Julian Alaphilippe
2019 – Mathieu van der Poel
2018 – Tim Wellens
2017 – Sonny Colbrelli
2016 – Petr Vakoc
2015 – Ben Hermans
2014 – Philippe Gilbert
2013 – Peter Sagan

📺 Freccia del Brabante 2023: orari e diretta

Sarà possibile seguire la Freccia del Brabante 2023 in diretta televisiva dalle ore 15.30 (orario di arrivo previsto per le 17.00), su Eurosport 1. Mentre in streaming sarà visibile sulle app di Discovery+GCN+DaznNow TV.