Tour de France, 11ª tappa Évaux-les-Bains – Le Lioran: percorso, favoriti e dove vederla in TV

La straordinaria foto del giorno della tappa di ieri (foto A.S.O.)
Tempo di lettura: 2 minuti

Nella conferenza stampa del primo giorno di riposo al Tour de France, Pogacar ha detto che l’undicesima tappa è molto dura, ma che dalla quindicesima la classifica generale subirà grossi cambiamenti. Staremo a vedere, intanto ecco i dettagli della frazione odierna.

Percorso

Dopo il via alle 11.30 da Évaux-les-Bains, il gruppo prenderà la direzione di Fontanières per arrivare a Bourg-Lastic per il traguardo volante. Poco meno di 15 chilometri più tardi affronteranno il primo Gpm che è la Cote de Mouilloux (1,9 chilometri al 6,3%). Verrà poi un terza categoria di 3,8 chilometri al 6%: si tratta della Cote de Larodde. Si scenderà a Lanobre e poi fino a Ydes per ricominciare a salire gradualmente verso la seconda parte di corsa, quasi tutta in ascesa. Ci sarà infatti il Col de Néronne (3,8 chilometri al 9,1% – seconda categoria), poi Puy Mary – Pas de Peyrol (5,4 chilometri all’8,1% – prima categoria), il Col de Pertus (4,4 chilometri al 7,9%) e infine il Col de Font de Cère (3,3 chilometri al 5,8% – terza categoria). Lo scollinamento avverrà a 2,8 chilometri dal traguardo di Le Lioran. Oltre ad essere una tappa molto dura in termini di dislivello, è anche molto lunga: sono 211 chilometri e 4177 metri di dislivello.

Favoriti

«L’undicesima tappa è complicata perché è molto lunga, tutta su e giù con i 56 chilometri finali davvero duri. Prima sarà difficile da controllare perché penso che ci saranno molti tentativi di fuga. Probabilmente ce la faranno anche ad arrivare fino alla fine, ma è una bella tappa e mi piacerebbe vincerla». Sono le parole della maglia gialla Tadej Pogacar, a cui ci affidiamo. È lui quindi uno dei favoriti per la vittoria di oggi e se si cita il suo nome bisogna fare anche quello di Jonas Vingegaard, senza scordarsi di Remco Evenepoel e Primoz Roglic. Se invece, come dice lui, si formerà una fuga con buoni nomi, potrebbe esserci una possibilità per Giulio Ciccone o Egan Bernal, Felix Gall o Santiago Buitrago, Jay Hindley o Richard Carapaz, Enric Mas o Pello Bilbao, e ancora Romain Bardet o Ben Healy. Sono tutti corridori ormai usciti di classifica, a più di cinque minuti dalla maglia gialla. Se i big li lasceranno andate, loro avranno la possibilità di portarsi a casa una vittoria prestigiosa e rientrare in top10.

Dove vedere il Tour de France in TV

Dalle 13.20 è prevista la diretta su Rai Sport HD che si sposterà alle 14.00 su Rai 2, mentre su Eurosport la trasmissione inizierà già alle 11.00. In alternativa, è possibile seguire la tappa in streaming su RaiPlay o, in abbonamento, su eurosport.it, Discovery+, Sky Go, NOW e DAZN.