Tour de France, Evenepoel: «Mi sono goduto ogni metro, giorno perfetto»

Remco Evenepoel durante la settima tappa del Tour de France, che ha vinto (Foto © A.S.O. / Charly Lopez)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Remco Evenepoel ha ottenuto la sua prima vittoria di tappa al Tour. La crono di 25 chilometri da Nuits-Saint-Georges a Gevrey-Chambertin è stata un successo. Il campione del mondo a cronometro è felice di aver completato la sua trilogia nei grandi Giri. “È una giornata perfetta per me”, ha detto Evenepoel.

«Volevo iniziare fortissimo, ma dovevo comunque risparmiare un po’ di forze per la salita. Non è stato facile. E anche la discesa è stata abbastanza tecnica, soprattutto se sei già al limite. Ma mi sono divertito, mi sono goduto ogni metro. Vincere è davvero fantastico».

Eppure abbiamo visto brevemente Evenepoel imprecare con la sua bicicletta. «Ero convinto di avere una gomma a terra. Forse qualcuno ha lasciato cadere un bicchiere sul percorso, ma sicuramente sembrava che avessi pestato un vetro. Per un attimo ho avuto paura, ma dopo poche centinaia di metri ho capito che non c’era niente che non andasse con la mia bici».

«Nelle ultime curve ho dovuto correre dei rischi, perché sapevo che Tadej era abbastanza vicino a me e ovviamente può anche fare delle belle cronometro, soprattutto nei grandi Giri. Alla fine vinco con dodici, tredici secondi di scarto, il che è semplicemente magnifico. Sono molto orgoglioso di questo».

«A me interessava soprattutto la vittoria di tappa, non necessariamente recuperare tempo in classifica. Mi riprendo un po’ di tempo sugli altri, quindi missione compiuta. Ora il focus è su domani e domenica. Penso che Tadej sia effettivamente imbattibile, ma sono le corse, non si sa mai».