Tour de France, Pogacar sulla caduta evitata: «Alla fine è andato tutto bene»

L'abbraccio tra la maglia gialla Pogacar e il recordman Mark Cavendish (A.S.O.)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Tadej Pogacar ha avuto una “giornata calma, tranquilla” al Tour de France. O almeno così dice. “È stato molto bello vedere che Mark ha ottenuto la sua 35ª vittoria al Tour. È incredibile”, ha detto Pogacar a Eurosport dopo essere andato ad abbracciare Cavendish.

È stata una giornata tranquilla, tranquilla, ma con alcune insidie”, ha poi specificato la maglia gialla riguardo alla propria tappa. Si riferiva alla caduta sfiorata – e miracolosamente evitata – a poco meno di sessanta chilometri dall’arrivo. Pogacar era in fondo al gruppo, e all’improvviso si è trovato davanti uno spartitraffico. La maglia gialla ha frenato, ha sbandato ed è riuscito a evitare l’ostacolo non si sa come. Tuttavia, la sua acrobazia ha mandato in terra alcuni corridori che lo seguivano. Pello Bilbao, tra gli altri. Ma anche De Lie. “Alla fine è andato tutto bene”, ha detto Pogacar. Che ha corso un rischio enorme.