Tour de France, l’entusiasmo del sindaco uscente Nardella: «Porterò in Europa l’amore per la bici» (VIDEO)

Tempo di lettura: < 1 minuto

Il grande giorno della partenza del Tour de France da Firenze sta per arrivare e il sindaco (uscente) Dario Nardella si può finalmente godere la festa della presentazione delle squadre accompagnato da Christiane Prudhomme, organizzatore della Grande Boucle. «È da più di un anno che lavoriamo duramente per questo evento straordinario e vedere che il sogno è finalmente diventato una bellissima realtà è un vanto di cui andare fieri».


Nardella, che proprio in questi giorni ha lasciato la guida della città a Sara Funaro per passare al Parlamento Europeo, sfoggia entusiasmo e comprensibile orgoglio nel vedere la festosa risposta del popolo fiorentino a quello che dopo le Olimpiadi e i mondiali di calcio è l’evento sportivo più seguito al mondo. «Per la nostra città, ma direi per tutto il nostro Paese, sono giornate storiche, giornate di festa, di allegria ma anche di cultura e di grande scoperta. Il ciclismo e la visibilità mediatica che il Tour è in grado di dare, saranno un volano importante in termini di ritorno economico e la forte risposta turistica che abbiamo già riscontrato in queste prime giornate. ne sono una tangibile e significativa conferma».


Un importante investimento economico supportato anche dalla regione Emilia Romagna, un estenuante lavoro di preparazione affinché tutto scorra per il verso giusto e poi tanti progetti legati alla bicicletta e alla sostenibilità con la progettazione di itinerari e parchi ciclabili riservati a chi pedala. Dietro alla partenza del Tour de France dall’Italia c’è molto di più e il sindaco Nardella lo sottolinea con forza parlando di “modello Firenze” da esportare in Italia e in Europa dove lo stesso Nardella continuerà il suo lavoro nei panni di parlamentare europeo.


Ma ora premi play e guarda il video dell’intervista al sindaco uscente di Firenze Dario Nardella.