Anche Marcheggiano si candida alla presidenze della Federazione

Marcheggiano
Rocco Marcheggiano in una foto d'archivio
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo la dichiarazione di Silvio Martinello per la presidenza della Federazione Ciclistica Italiana, ecco presentarsi una nuova candidatura. La presenta Rocco Marcheggiano, già presidente del Comitato Regionale piemontese e dirigente di lunga esperienza all’interno dei quadri federali.
Ecco come si è annunciato:

«Si avvicina la scadenza del quadriennio olimpico e noto un certo fermento e smania di proporsi come timonieri FCI, annunciati o solo ipotizzati, visto che tutti criticano, tutti insegnano come si fa il presidente con programmi visti e rivisti. Soluzioni che sento da una vita, a questo punto MI CANDIDO ANCH’IO.

«Non ho bisogno di presentarmi, ma rammento solo come ho riportato il ciclismo piemontese nei 12 anni di presidente e venti di incarichi vari. L’unica cosa da fare al di là dei cervellotici proclami è riportare i presidente regionali e provinciali a un ruolo di primo piano, attività giovanile di base, sostentamento per società di base, creazione di strutture tecniche manageriali con adeguate tempistiche di protezione per tutti i ragazzi che vanno in bici.

«In ultimo tantissimo amore per il nostro sport, sacrificio e dedizione senza troppe chiacchiere.
Io ci sono, voi cosa volete fare per il ciclismo?
Ah, dimenticavo, non ho bisogno di una poltrona, ma bensì di una sedia con uno schienale imbottito perché ho un po’ di mal di schiena
».