Skjelmose vince il titolo nazionale a cronometro dopo la squalifica di Price-Pejtersen. «Ma non è colpa mia»

Johan Price-Pejtersen impegnato in una cronometro (Foto da Instagram @johanprice99)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ufficialmente è Mattias Skjelmose il campione nazionale danese a cronometro, in realtà però la prova di venerdì era stata vinta da Johan Price-Pejtersen. Il 25enne della Bahrain Victorious era stato squalificato perché aveva percorso un tratto del percorso su una ciclabile al posto che sulla sede stradale. Adesso tutti accusano Skjelmose di essere stato lui a far “da spia” e quindi di non meritarsi il titolo.

«Non ho vinto come vorrei – scrive Skjelmose sui social per placare la bufera che si stava scatenando contro di lui – Ho pedalato con tutto quello che avevo ma ero meno di due secondi dietro Johan Price-Pejtersen quando ho tagliato il traguardo. Il fatto che Johan sia stato successivamente squalificato, secondo i commissari per aver approfittato di percorrere la pista ciclabile su una parte del percorso, e che io abbia quindi ottenuto l’oro invece che l’argento, non posso né mi assumerò la responsabilità. Non era una decisione che cercavo o spingevo, anzi».

Poi aggiunge: «A mia volta, vorrei esprimere la mia grande solidarietà a Johan, che non è solo un cronoman fantastico, come abbiamo visto ieri, ma che considero anche un buon amico sul campo. Ho quindi offerto a Johan di prendere sia la maglia di campione nazionale che le medaglie che ho ottenuto. Non vorrei che questo evento lo ricordi con puro fastidio».