Piccolo, spunta un SMS: «Ho importato farmaci dalla Colombia ma non sono positivo»

Andrea Piccolo
Tempo di lettura: < 1 minuto

Tempesta in corso tra le nuvole della EF Education-EasyPost. Il team ha comunicato ieri sera il licenziamento di Andrea Piccolo, corridore 23enne che al rientro in Italia dalla Colombia (dove vive la compagna) è stato fermato dalle autorità perché sospettato di trasportare ormone della crescita, sostanza vietata il cui solo possesso può portare a una lunga squalifica per doping. Il corridore è stato inoltre sospeso in via cautelare dal Tribunale Nazionale Antidoping per la violazione degli articoli 2.2 e 2.6, ovvero “possesso di una sostanza o di un metodo proibiti” e “uso o tentato uso di una sostanza o di un metodo proibiti”. Cominciano a emergere ulteriori dettagli sulla vicenda.

“Escape Collective” ha contattato il general manager della formazione statunitense, Jonathan Vaughters, che ha condiviso un messaggio inviatogli da Piccolo: «Jonathan ti parlo sinceramente perché ho già perso tutto e ne sono consapevole… ho portato quattro farmaci dalla Colombia che non voglio nominare, voglio assumermi la responsabilità per questo… Li hanno trovati e confiscati all’aeroporto». Il giovane ha poi aggiunto: «Cercherò sicuramente di risolvere questo problema perché non sono risultato positivo a nessuna sostanza».