Il preparatore di Vingegaard dice che ha «il 50% di possibilità di partecipare al Tour de France»

Vingegaard
Jonas Vingegaard alla 16ª tappa della Vuelta di Spagna (foto: SprintCyclingAgency)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Quando si vedono le foto e i video di Jonas Vingegaard immortalato mentre si allena, le speranze di tutti di vederlo combattere contro Tadej Pogacar e gli altri migliori al Tour de France aumentano. Poi però le parole del suo preparatore Tim Heemskerk a circa tre settimane dalla partenza smontano tutte le illusioni.

«Vingegaard ha il 50% di possibilità di partecipare al Tour de France» dice in un’intervista al quotidiano danese B.T. «Jonas continuerà ad allenarsi da solo anche nei prossimi giorni, mentre i corridori che hanno partecipato al Giro del Delfinato avranno qualche giorno a disposizione per recuperare. A partire da giovedì, però, i ragazzi ricominceranno a lavorare assieme, ognuno con il proprio programma di allenamento. Ed è molto confortante per me che Vingegaard possa far parte del gruppo». Tutti, infatti, andranno a Tignes (in Val d’Isère) per rifinire la preparazione e la partecipazione del danese al Tour non è per niente scontata. Come tutti, dovrà dimostrare di essere all’altezza.

«Se vuole avere qualche possibilità di partecipare al Tour, Jonas deve essere in grado di rispettare il programma di lavoro. In ogni caso, si tratta di capire come reagirà all’intensa settimana di allenamento che ha appena affrontato: del resto, la prima settimana di lavoro in altura serve generalmente per adattarsi e posso confermare che Jonas ha appena completato un ciclo di lavoro particolarmente duro. Ora ne inizierà un altro non meno impegnativo. Jonas ha ancora bisogno di qualche settimana di allenamento prima di poter dire che possa essere tornato ai suoi livelli abituali. C’è bisogno che migliori ulteriormente il suo stato di forma».