Giro del Delfinato, Evenepoel commenta la maxi caduta: «Mi è arrivata una bici addosso, il casco mi ha salvato»

Evenepoel mostra il suo casco dopo la maxi caduta al Giro del Delfinato
Tempo di lettura: < 1 minuto

Quinta tappa sfortunata per tutti al Giro de Delfinato: a qualcuno è andata peggio, a qualcuno un po’ meglio. Remco Evenepoel, leader della classifica generale, è stato anche lui coinvolto nella maxi caduta.

«Tutto sommato sto bene, sono caduto sul lato destro e ho battuto la testa come si può vedere (mostra il casco tutto graffiato, ndr) e la spalla, penso che ora stia sanguinando ma vedremo come passerò la notte. Oggi il casco mi ha salvato. Ci sono ragazzi in una situazione peggiore della mia, spero e auguro a tutti una ripresa veloce. Adesso cerco di focalizzarmi su domani e non pensare troppo a cosa è successo oggi» dice Evenepoel nell’intervista post-tappa.

Il campioncino belga non ha nemmeno capito come la caduta sia avvenuta, ma un’idea se l’è fatta. «C’era la lotta per le posizioni alla fine della discesa, come capita sempre. Ho visto gente scivolare davanti a me, stavo per passarla liscia ma poi la bici di un corridore è arrivata addosso alla mia. Sono stato un po’ sfortunato».