Olimpiadi, Ganna: «Sapere quanto è forte Tarling nelle cronometro mi motiva ad allenarmi»

Tarling
Joshua Tarling, vincitore della cronometro ai Campionati Europei 2023 (credit: SprintCyclingAgency©2023)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Filippo Ganna e Joshua Tarling sono due compagni di squadra alla Ineos Grenadiers, ma alle Olimpiadi saranno due rivali. Essendo entrambi molto forti a cronometro, sono stati selezionati dalle loro nazionali per disputare la prova contro il tempo alla rassegna olimpica di Parigi. Ganna si presenterà come il due volte campione del mondo e il campione nazionale in carica, Tarling invece come il campione europeo in carica (ma ha soli 20 anni).

In un’intervista a CyclingWeekly, il piemontese ha dichiarato che, conoscendo le qualità di Tarling a cronometro, si sente più motivato ad allenarsi e migliorarsi. «Penso che Josh sia uno dei migliori cronometristi del momento – ha detto Ganna – È campione europeo e ha ottenuto molte vittorie. È giovane, ma davvero, davvero forte. Spero che possa essere un buon rivale per me. Di sicuro, è una delle motivazioni che ho per allenarmi bene, così posso batterlo».

Tarling, professionista solo dal 2023, ha già ottenuto diverse vittore a cronometro. Per esempio, la scorsa stagione l’ha chiusa in bellezza: alla Crono delle Nazioni ha battuto (in ordine) Remco Evenepoel, Stefan Bissegger, Rémi Cavagna e Mikkel Bjerg. Ma prima è diventato campione nazionale, è stato terzo ai Mondali e poi primo agli Europei. Il tutto a 19 anni: i margini di miglioramento possono essere eccezionali. Ecco perché Ganna lo teme.