Alaphilippe: «Niente Tour, voglio le Olimpiadi»

Julian Alaphilippe (LaPresse)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Julian Alaphilippe non cambia idea. Il due volte campione del mondo rispetterà il suo programma iniziale e rinuncerà al Tour de France, per concentrarsi esclusivamente sulla selezione per i Giochi Olimpici. La sua squadra, la Soudal Quick-Step, lo voleva al fianco di Remco Evenepoel, ma Patrick Lefevere si è detto pronto ad accettare la sua decisione.

Il commissario tecnico della nazionale francese Thomas Voeckler non ha voluto svelare i nomi dei corridori che saranno alla partenza a cinque cerchi, ma si era espresso in modo negativo su una eventuale partecipazione di Alaphilippe al Tour dopo aver già affrontato il Giro d’Italia: «Le Olimpiadi non possono essere un obiettivo dopo aver corso un Giro così massacrante. Julian quasi ogni giorno è stato all’attacco e poi dovrebbe seguire il Tour de France al servizio di un leader (Evenepoel) che correrà per la classifica generale, con tutto il dispendio fisico e mentale che ne deriva. Possiamo solo affermare che è possibile andare ai Giochi solo se li consideriamo un obiettivo a sé stante. O al limite potrebbe fare anche il Tour gestendo la corsa in base alle sue esigenze, ma questo caso non potrebbe accadere perché sarebbe al servizio di Evenepoel» ha spiegato Voeckler.