Oggi la Brussels Cycling Classic: percorso, favoriti e dove vederla in tv

Brussels
Il Muro di Grammont, detto Muur, sarà affrontato dai corridori oggi alla Brussels Cycling Classic.
Tempo di lettura: 2 minuti

È in programma oggi l’edizione numero 104 della Brussels Cycling Classics, prova della categoria 1.Pro che, come da tradizione, si svolgerà nella zona della capitale del Belgio. Il plurivincitore di questa corsa (che fino al 2012 si chiamava Parigi-Bruxelles) è Robbie McEwen con cinque vittorie; in nove occasioni, invece, si è imposto un corridore italiano: Loreto Petrucci nel 1953, Felice Gimondi nel 1966 e nel 1976, Pierino Gavazzi nel 1980, Guido Bontempi nel 1986, Franco Ballerini nel 1990, Andrea Tafi nel 1996, Alessandro Bertolini nel 1997 e Stefano Zanini nel 1998. L’anno scorso, infine, ha vinto Arnaud Démare (già primo nel 2017) davanti a Tobias Lund Andresen e a Jordi Meeus.

Percorso

La corsa partirà e arriverà a Bruxelles, con una lunghezza totale di 218,4 km. Sono previsti in totale dieci muri: dopo lo Smeysberg, unica difficoltà altimetrica della prima parte del percorso, intorno a metà gara i corridori affronteranno due volte la dura sequenza composta da Muur-Kapelmuur, Bosberg e Congoberg. Infine, a soli 14 km dalla conclusione i corridori affronteranno l’Heiligekruiswegstraat. Complessivamente, il percorso è dunque aperto a diverse soluzioni: restando agli ultimi anni, nel 2020 e l’anno scorso la gara si è decisa allo sprint, mentre nel 2021 e nel 2022 hanno vinto corridori andati all’attacco (rispettivamente Evenepoel e Van der Hoorn).

Favoriti

Al via della Brussels Cycling Classic ci saranno nove formazioni World Tour e dodici Professional, tra cui la VF Group-Bardiani CSF-Faizanè. L’unico ex vincitore presente sarà Pascal Ackermann (Israel-Premier Tech), che qui si è imposto nel 2018 e sarà uno dei favoriti in caso di arrivo allo sprint. Se la gara dovesse decidersi in volata, da tenere d’occhio anche Kaden Groves (Alpecin-Deceuninck), Jordi Meeus (Bora-hansgrohe), Laurence Pithie (Groupama-FDJ), Biniam Girmay (Intemarché-Wanty), Juan Sebastián Molano (UAE) e Alexander Kristoff (Uno-X Mobility).

Non mancheranno, però, corridori meno veloci pronti a emergere in caso di corsa dura. Tra questi, possiamo nominare Axel Zingle (Cofidis), Laurenz Rex (Intermarché-Wanty), Yves Lampaert (Soudal Quick-Step), John Degenkolb (DSM) e Marc Hirschi (UAE).

Tra gli italiani, infine, da segnalare la presenza di Francesco Busatto (Intermarché-Wanty), Filippo Baroncini e Alessandro Covi (UAE), Matteo Moschetti e Giacomo Nizzolo (Q36.5) e Filippo Fiorelli (VF Group-Bardiani CSF-Faizanè).

Dove vedere la gara in tv

La Brussels Cycling Classic 2024 sarà trasmessa in streaming su Discovery+ a partire dalle 13.35.