Il Giro di Svizzera annuncia una serie di iniziative per ricordare Gino Mäder

Mäder
Gino Mäder al traguardo della sua tappa vinta al Giro d'Italia 2021.
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Giro di Svizzera non dimentica Gino Mäder. Gli organizzatori della corsa elvetica, che si svolgerà dal 9 al 16 giugno e prevede un percorso molto impegnativo, hanno annunciato una serie di iniziative dedicate alla memoria dello sfortunato corridore svizzero, tragicamente scomparso l’anno scorso a seguito di una caduta nella quinta tappa.

Domenica 16 giugno, giorno in cui la corsa si concluderà con una cronoscalata di 15 km con arrivo a Villars-sur-Ollon, è prevista (poche ore prima dell’inizio della crono) una pedalata commemorativa aperta a tutti: i partecipanti avranno così la possibilità di ricordare Mäder pedalando sulla pittoresca salita finale. Inoltre, sulle maglie di leader comparirà l’hashtag #RideForGino, che supporta l’omonima associazione creata in onore di Mäder.

Il dorsale numero 44, che Gino indossava l’anno scorso, non verrà più utilizzato, come ha spiegato Olivier Senn, direttore del Giro di Svizzera, a Gruppetto magazine: «Avevamo pensato anche a un minuto di silenzio, ma parlando con la famiglia di Mäder è emerso chiaramente che questo non corrispondeva ai lorfo desideri, e ovviamente noi rispettiamo la loro decisione».

Senn ha inoltre dichiarato a Blick che, al corridore che transiterà per primo sulla vetta più alta toccata dalla corsa (il Nufenen Pass, durante la sesta tappa), sarà assegnato il #RideForGino Mountain Prize, sul modello della Cima Coppi del Giro d’Italia e del Souvenir Henry Desgrange al Tour de France: «Uno dei grandi punti di forza di Gino erano le alte montagne, per questo abbiamo deciso di dedicargli il punto più alto della corsa: in questo modo, il nome di Gino rimarrà sempre connesso al Giro di Svizzera».