Giro d’Italia 2026, sembra scartata l’ipotesi di AlUla come sede di partenza: si pensa all’Albania

Giro d'Italia
Il gruppo del Giro d'Italia (Photo Credits: LaPresse)
Tempo di lettura: < 1 minuto

È appena finito il Giro d’Italia 2024 e già si pensa a quello del 2026. D’altra parte, le cose fatte bene si fanno con calma e due anni di tempo sono un buon margine per gli organizzatori di RCS.

Il nocciolo della questione è la sede di partenza. Mentre il prossimo Giro dovrebbe partire da Trieste per arrivare a Roma, su quello dell’edizione 109 che si celebrerà nel 2026 non c’è ancora nessuna certezza. Inizialmente si vociferava su una partenza dall’Arabia Saudita, in particolare da AlUla, ormai nota per il turismo e per il ciclismo. L’opzione potrebbe essere scartata per la recente situazione in Medio Oriente e per il fatto che si tratta di una zona in grande sviluppo e in questi anni sono in corso costruzioni di alberghi e altre strutture. L’ipotesi, allora, è quella di una partenza dall’Albania.