Giro d’Italia, 19ª tappa Mortegliano-Sappada: percorso, favoriti e dove vederla in TV

I corridori del Giro d'Italia (Photo Credits: LaPresse)
Tempo di lettura: 2 minuti

A guardare l’altimetria della tappa 19 del Giro d’Italia si può pensare che quello di oggi non sia un arrivo in salita, e invece si farebbe un errore. Per scoprire che pendenze precedono il traguardo di oggi, leggete qui sotto tutti i dettagli.

Percorso

Dopo la partenza da Mortegliano, un piccolo comune del Friuli che non arriva a 5000 abitanti ma che ha il campanile più alto d’Italia, i ciclisti pedaleranno nella provincia di Udine andando verso San Daniele del Friuli, Pinzano al Tagliamento, Forgaria nel Friuli e Peonis con un traguardo volante. Al chilometro 69,3 di gara, a Somplago, comincerà una leggera e costante salita che porterà i corridori a Tomezzo e alla Rosa dei Venti (6,2 chilometri al 4,2%). Si arriverà così al traguardo Intergiro di Paularo e poi si imboccherà la salita per il Gpm di Passo Duron: 4,4 chilometri al 9,7% di pendenza media con punte del 18%. Si scenderà a Cercivento dove ci sarà un altro traguardo volante e poi si salirà al Gpm di Sella Valcalda (8,9 chilometri al 3,7%).

Dopo il passaggio a Comeglians si risalirà senza più scendere fino al traguardo di Sappada. Prima 3,7 chilometri al 5%, poi 2,4 chilometri al 5,5%: questi concorreranno a fare la strada verso il Gpm di Cima Sappada, lunga complessivamente 8,3 chilometri al 4,8% con punte al 15%. A circa 5 chilometri dall’arrivo si percorrerà in leggera discesa la ciclabile di Sappada, a 2 chilometri si svolterà a destra e la strada si impenna fino 10%, finché non si entrerà nel centro dove la pendenza continua attorno al 5% fino all’ultimo chilometro dove la strada scende per qualche centinaio di metri fino al rettilineo finale.

Favoriti

Ancora una volta, Tadej Pogacar. Purtroppo non lo fa neanche di proposito: non riesce a domare i cavalli che ha nelle gambe e poi perché dovrebbe domarli? Non avrebbe senso. Di questo passo, arriverà a Roma con un quarto d’ora di vantaggio sul secondo (lo ha detto Moreno Moser nell’ultimo episodio del nostro podcast “Una voce in fuga”, magari scherzava ma potrebbe essere la verità).

Attenzione a Giulio Pellizzari: le salite, quelle dure, le tiene bene e lo abbiamo visto. In più ha dichiarato che avrebbe sfruttato le ultime due occasioni adatte alle sue caratteristiche per lasciare un segno in questo Giro, oggi e/o domani.

Da Antonio Tiberi arriverà qualche segnale: vuole il podio? Allora oggi deve dare una scossa alla classifica generale. Occhio a Nairo Quintana, super competitivo in questo Giro, e ai giovani in generale, Davide Piganzoli soprattutto.

Dove vedere il Giro d’Italia in TV

La diciassettesima tappa del Giro d’Italia 2024 sarà trasmessa integralmente sui canali Rai e su Eurosport 1 a partire dalle 12.45. Su Rai Sport andrà in onda Giro Mattina a partire dalle 12.25 e trasmetterà lì la corsa fino alle 14.00 quando continuerà su Rai 2.