Giro d’Italia, attimi di paura: Biermans cade in una scarpata giù dal Mortirolo, ma arriva al traguardo

Biermans
Jenthe Biermans dell'Arkèa-Samsic
Tempo di lettura: < 1 minuto

Momenti di grande paura ieri al Giro d’Italia quando il corridore belga Jenthe Biermans è finito giù dalla scarpata scendendo dal Mortirolo. Un volo spaventoso, ma che si è risolto tutto sommato nel migliore dei modi: le conseguenze, infatti, potevano essere decisamente peggiore.

«Ho valutato male una curva e sono volato giù almeno di 25-30 metri. Quattro squadre hanno iniziato subito a cercarmi come la Intermarché. C’era anche Gianni Meersmann, voglio ringraziarli. Ho passato alcuni momenti di panico perché all’inizio non riuscivo a muovermi, rotolavo giù e mi sono accostato a un albero. Con la caduta si è anche rotta la radio e non riuscivano a trovarmi. Sono stato fortunato, riuscendo addirittura a tagliare il traguardo nell’ultimo gruppetto». Ha raccontato Biermans a Sporza.

Il referto medico è il seguente. «La prima radiografia del bacino e della parte bassa della schiena non hanno rilevato fratture. La radiografia al piede sinistro invece ha mostrato un’avulsione ossea».