Zipp SL 80, ideata per integrarsi con il nuovo Sram Red AXS

Zipp
Il manubrio Zipp SL80
Tempo di lettura: 3 minuti

Zipp non è sinonimo solamente di ruote, peraltro ben note agli appassionati sin dai loro esordi. Il marchio di Indianapolis, appartenente alla grande famiglia Sram e distribuito in Italia da Beltrami TSA, è anche conosciuto per componenti come coperture, accessori, reggisella, attacchi e manubri. E proprio di una piega parliamo, appena uscita in concomitanza con il nuovo Sram Red AXS: il modello SL 80.

Realizzata in carbonio e dalle forme aerodinamiche, è stata progettata per essere utilizzata in maniera specifica con il nuovo top di gamma di Sram. Tutto infatti è pensato per nascondere alla vista (e quindi all’aria) i cavi del freno quando escono dal loro supporto.

Una specifica sporgenza infatti accompagna il cavo, e crea anche un appoggio che si allinea con la leva freno. In questo modo crea un supporto ergonomicamente perfetto per le mani quando si impugna la zona bassa.

Non solo, la stessa curvatura offre al ciclista un facile accesso alle leve del freno stesse. Unita alla possibilità (incrementata) del nuovo Red di regolare la distanza del comando dalla piega, ecco che si ha una curva confortevole per ogni tipo di utilizzatore.

Magari molti non prendono in considerazione il loro utilizzo, ma i gruppi AXS di Sram presentano come componenti opzionali anche i considetti Blips Wireless. Sono dei pulsanti che permettono di azionare i due deragliatori anche senza ricorrere ai tasti canonici delle trasmissioni di Sram sui comandi. Questi innesti si trovano sulla parte superiore e sulla sezione alta, come si vede anche nella foto qui sopra.

L’impatto aerodinamico della Zipp SL 80

Avevamo parlato della forma aerodinamica della Zipp SL 80. La zona alta del manubrio ha una forma alare che ovviamente migliora l’efficienza aerodinamica, soprattutto pensando al fatto che la piega è una delle parti della bicicletta a diretto contatto con l’aria, e quindi incide moltissimo sulla resa generale del ciclista in movimento.

Ma si pensa anche al comfort, visto che la stessa sezione alare di cui sopra è leggermente inclinata verso il basso, dettaglio che consente di appoggiare il palmo della mano in maniera ergonomicamente più comoda e confortevole per la mano.

Dalla foto qui sopra si nota anche uno degli altri importanti dettagli della Zipp SL80. Vale a dire il flare, che ammonta a 5 gradi angolari nella zona più avanzata della curva, e ad 8 gradi in quella dei terminali. Sagoma che garantisce una presa sempre molto salda e “presente”, che si traduce in un migliore controllo della bicicletta.

Ultimo dettaglio non certo trascurabile, per massimizzare anche il grip la piega SL 80 comprende nella confezione di vendita una guaina termorestringente, molto facile da montare, che nasconde cablaggi e Blips, e presenta anche una superficie antiscivolo. Detto che, comunque, la SL 80 è nastrabile sino alla zona dell’attacco.

Peso e versioni

Realizzata in carbonio e garantita a vita, con una finitura Matte Black, la Zipp SL 80 pesa 250 grammi nella misura da 42 centimetri centro/centro. Il diametro di serraggio nella zona di connessione con l’attacco è di 31,8 millimetri.

Le larghezze a disposizione sono ben cinque: sempre centro/centro la troviamo da 36, 38, 40, 42 e 44 centimetri. Tutte a curvatura compatta, vale a dire 80 millimetri di reach e 125 di drop.

Per informazioni: www.beltramitsa.it