Giro d’Italia, le salite di oggi: Guardia Sanframondi, Camposauro e Bocca della Selva

Una fase di gara dell'ottava tappa del Giro 2021 verso Guardia Sanframondi (Foto LaPresse)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Mentre l’impegnativa salita di Camposauro, che sarà affrontata ad una sessantina di chilometri dal traguardo, è un inedito per il Giro d’Italia, quella di Bocca della Selva, frazione di Piedimonte Matese, non è una novità per la corsa rosa, ma quest’anno è per la prima volta sede di arrivo di tappa. Si sale dal Sannio (Cusano Mutri), poco meno di 20 chilometri e circa 1.000 metri di dislivello. Tra le asperità della giornata anche quella di Guardia Sanframondi.

GUARDIA SANFRAMONDI – A circa 50 chilometri dall’arrivo verrà affrontata anche la breve salita di Guardia Sanframondi, il piccolo borgo dell’Irpinia in cui si concluse una tappa del Giro d’Italia del 2021 vinta dal francese Victor Lafay, Il passaggio da Guardia Sanframonti non assegnerà punti per la classifica degli scalatori.

CAMPOSAURO – E’ alla sua prima presenza al Giro.

BOCCA DELLA SELVA – Il primo passaggio del Giro d’Italia avvenne nel 2016, nel corso della frazione che si concludeva ad Aremogna di Roccaraso, vinta dal belga Tim Wellens. Ai 1393 metri di Bocca della Selva, sotto un forte temporale, il bresciano Bisolti precedette l’albanese Zhupa e il russo Kolobnev. Nel 2021 questa salita venne inserita nel percorso della tappa Foggia-Guardia Sanframondi. Il belga Gossens transitò in testa a Bocca della Selva, affrontata però dal versante opposto, precedendo due compagni di fuga, il tedesco Arndt e Gavazzi. Al traguardo s’impose poi per distacco il  francese Victor Lafay.