Giro d’Italia, Petacchi: «Più magro e attento alla crono: Pogacar teme Vingegaard»

Tempo di lettura: < 1 minuto

Alessandro Petacchi, voce tecnica della Rai, non è d’accordo con chi ha criticato Tadej Pogacar tacciandolo d’ingordigia.
«Vincere è sempre un’emozione, io nel 2004 vinsi nove tappe al Giro e nessuno mi disse niente, mi prendevo le mie responsabilità e basta. Pogacar? Lo vedo più magro, più forte in salita e più attento alle cronometro. Secondo me teme Vingegaard e sta già pensando all’eventuale testa a testa del Tour».

Ma ora premi play e guarda l’intervista ad Alessandro Petacchi raccolta dagli inviati di Bicisport a Prati di Tivo!