Giro d’Italia, 6ª tappa Viareggio-Rapolano Terme: percorso, favoriti e dove vederla in TV

Il treno Pop di Trenitalia, stage winner e official green carrier della manifestazione, con una speciale livrea rosa che ha seguito il gruppo nella quinta tappa del Giro d'Italia (Photo Credits: LaPresse)
Tempo di lettura: 2 minuti

Oggi si corre la sesta tappa del Giro d’Italia, quella che sarà resa spettacolare da tre settori di sterrato già noti per la Strade Bianche. Ecco allora tutti i dettagli di questa frazione che, sicuramente, regalerà un grande show.

Percorso

I primi 80 chilometri dei 180 totali di oggi saranno tranquilli. I corridori partiranno da Torre del Lago Puccini, vicino Viareggio, e troveranno la prima difficoltà quando inizieranno a salire verso Volterra: l’ascesa di 8,6 chilometri è ad una pendenza media del 4,6% e rappresenta un Gpm di quarta categoria. Dopo qualche chilometro ondulato, a Casole d’Elsa ci sarà un traguardo intermedio che darà punti per la maglia ciclamino. Dopo Colonna di Montarrenti si andrà verso i settori di sterrato di questa corsa. Prima Vidritti (4,4 chilometri), subito dopo Bagnaia (4,8 chilometri) che porterà al Gpm di Grotti (3,3 chilometri al 5% con punte al 15%). Si affronteranno allora due strappi prima del traguardo Intergiro di Monteroni d’Arbia: uno di 800 metri al 5,4% e uno di 700 metri al 5,8%. Dopo quel traguardo e prima del terzo settore di sterrato (2,4 chilometri) ci saranno 1100 metri al 4,1% e 1000 metri al 5,6%. Per transitare al traguardo di Rapolano Terme bisognerà ancora affrontare Serre di Rapolano, 700 metri alla pendenza media che supera il 10% e con punte al 20%. Gli ultimi 450 metri sono al 6%.

Favoriti

L’uomo da battere è ancora una volta Tadej Pogacar che, anche se non transiterà su Monte Sante Marie, potrebbe sfruttare un passaggio sullo sterrato per salutare i compagni del Giro e arrivare solo a Rapolano Terme. Ma attenzione alle insidie che nasconde quel tipo di terreno: una foratura al momento sbagliato potrebbe essere decisiva per chiunque. Anche il duro strappo di Serre di Rapolano potrebbe essere la chiave di svolta della sesta tappa.

Ricordiamo che a questa edizione del Giro è presente, oltre allo sloveno, solo un altro corridore capace di vincere la Strade Bianche: Julian Alaphilippe. Rispetto a quanto visto in queste prime tappe, è lecito domandarsi se da Filippo Ganna ci si possa aspettare qualcosa: gli strappi sono veramente pendenti e un corridore della sua mole ne soffre, ma sono anche corti e il piemontese risulta essere piuttosto esplosivo ultimamente.

Dove vedere il Giro d’Italia in tv

La sesta tappa del Giro d’Italia 2024 sarà trasmessa integralmente sui canali Rai e su Eurosport 1 a partire dalle 13.00. Su Rai Sport andrà in onda Giro Mattina a partire dalle 12.10, e Prima Diretta dalle 12.55; alle 14.00 ci sarà il passaggio su Rai 2.