Giro d’Italia, 3ª tappa Novara-Fossano: percorso, favoriti e dove vederla in tv

Giro d'Italia
Il gruppo del Giro d'Italia 2023 lungo le strade della quarta tappa (foto: LaPresse).
Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo lo splendido assolo di Tadej Pogacar a Oropa, il Giro d’Italia propone oggi la prima frazione che, almeno sulla carta, dovrebbe essere dedicata ai velocisti: sono 166 i chilometri che i corridori dovranno affrontare da Novara a Fossano. La località in provincia di Cuneo ha già ospitato un arrivo di tappa del Giro, nel 1993: vinse Adriano Baffi davanti a Svorada.

Percorso

La tappa sarà per larga parte pianeggiante: l’unico GPM, infatti, è quello di Lu, di 4ª categoria, piazzato a oltre 100 km dal traguardo. Qualche altro saliscendi nella parte centrale, con lo sprint intermedio a Masio e il traguardo dell’Intergiro a Montegrosso d’Asti. Nel finale si tornerà a salire, con un piccolo strappo che porterà i corridori allo sprint intermedio di Cherasco, piazzato a circa 20 km dall’arrivo. Tra i -4,5 e i -3, la strada tende leggermente a salire (con una pendenza del 5%), mentre l’ultima curva si trova a circa 1200 metri dall’arrivo. Il lungo rettilineo conclusivo è ideale per lanciare uno sprint: la tappa non dovrebbe sfuggire ai velocisti.

Favoriti

Dopo due giornate impegnative, oggi si attendono protagonisti gli uomini veloci, a partire dal nostro Jonathan Milan (Lidl-Trek), che l’anno scorso a San Salvo conquistò la prima volata del Giro. I rivali non mancheranno, a partire da Tim Merlier (Soudal Quick-Step), che ha già vinto sette volte in stagione. Nonostante la caduta di ieri, anche Olav Kooij (Visma|Lease a Bike) dovrebbe essere della partita, così come Fabio Jakobsen (DSM), che in queste prime giornate ha cercato di spendere meno energie possibili. Da tenere d’occhio anche Caleb Ewan (Jayco AlUla), Danny Van Poppel (Bora-hansgrohe) e Kaden Groves (Alpecin-Deceuninck), che abbiamo visto in queste prime giornate molto attivi nella ricerca di punti per la maglia ciclamino. Tra gli italiani, da non sottovalutare anche Alberto Dainese (Tudor), già vincitore di due tappe al Giro.

Partono forse un gradino sotto gli altri favoriti, ma certamente cercheranno di essere protagonisti anche Phil Bauhaus (Bahrain-Victorious), Biniam Girmay (Intermarché-Wanty), Laurence Pithie (Groupama-FDJ) e Fernando Gaviria (Movistar). Da menzionare, infine, anche Max Kanter (Astana), Stanislaw Aniolkowski (Cofidis), Juan Sebastián Molano (UAE) e il nostro Enrico Zanoncello (VF Group-Bardiani-CSF Faizanè).

Dove vedere il Giro d’Italia in TV

La terza tappa del Giro d’Italia 2024 sarà trasmessa integralmente sui canali Rai e su Eurosport 1 a partire dalle 13.00. Su Rai Sport andrà in onda Giro Mattina a partire dalle 12.40, e Prima Diretta dalle 13.30; alle 14.00 ci sarà il passaggio su Rai 2.