Appuntamento il 21 aprile con il GP della Liberazione-Città di Cadoneghe

GP della Liberazione-Città di Cadoneghe
Il podio della scorsa edizione del GP della Liberazione-Città di Cadoneghe
Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo il successo dell’edizione del “rientro” nel  2023, a 15 anni di distanza dall’ultima volta, il grande ciclismo giovanile ritorna a Cadoneghe anche quest’anno e lo fa con il “GP della Liberazione-Città di Cadoneghe”, grande classica su strada del 21 aprile, che nell’albo d’oro ha visto vincitori atleti come Dino ZandegùEndrio Leoni, Silvio Martinello, Alessandro Ballan

Sotto l’impulso del GS Vigonza-Barbariga (che quest’anno festeggia 50 anni di attività), in collaborazione con SC Giulio Zanon di Cadoneghe e il patrocinio del Comune di Cadoneghe con il sindaco Marco Schiesaro e la giunta comunale, la corsa patavina è tornata a risplendere, presentando domenica 21 aprile un’intera giornata dedicata al ciclismo giovanile. La mattina, alle ore 9.30, scatteranno gli atleti della categoria allievi  (15-16 anni) che percorreranno un circuito cittadino multi lap per un totale di 56,4 km; nel pomeriggio, dalle ore 15, spazio alla categoria juniores (17-18 anni) che percorreranno lo stesso circuito di 9,4 km per 11 volte, per un totale di 103,4 km.

Numero importante di atleti iscritti (nelle due gare si è quasi raggiunto il massimo consentito di 400 atleti) in rappresentanza di tutta Italia: non solo Triveneto ma anche Lombardia, Nord Ovest, Emilia Romagna, Toscana e Lazio.

Corsa pianeggiante ma piena di insidie, lungo il Comune di Cadoneghe, che lo scorso anno premiava lo junior Matteo De Monte, che ben lanciato dai compagni della Borgo Molino Vigna Fiorita vinceva su Andrea Stefanelli (Polisportiva Monsummanese) e Thomas Bolognesi (Work Service). La gara juniores anche quest’anno fa parte del Circuito Prestigio D’Oro Alè.

L’innesto della gara allievi in mattinata, assegnerà anche il Campionato provinciale di Padova per la Federazione Ciclistica Italiana. 

Per il pubblico presente una speciale mostra fotografica sulla Società Sc Giulio Zanon e le gare organizzate negli anni, promossa da Giuseppe Bilato detto Billy. In occasione dell’evento sarà presente anche una mostra di bici d’epoca, promossa da Mirco PIntonello, ex ciclista della Sc Zanon; quattro bici d’epoca che rappresentano la storia del ciclismo : dal modello Giro Ruota di Umberto Dei del 1923, ad un modello per pista del 1940, fino a una Wilier Triestina del 1953 del campione Toni Bevilacqua, concludendo con una Torpado degli anni Sessanta. Ci sarà dunque la possibilità di ammirare e confrontare questi cimeli con le più nuove biciclette in dotazione ai partecipanti del 2024.

La presentazione della gara sarà visibile giovedì 18 Aprile alle ore 21 durante la trasmissione Scratch, visibile sul canale Bike ( Canale 259 del digitale terrestre in Hbbtv, Canale Sky 222, Canale 60 DTT SportItalia tasto rosso o online su www.scratchtv.it ).