Giro delle Fiandre, Van der Poel può fare come Sagan, Boonen e Merckx: vincere in maglia iridata

Sagan
Peter Sagan vince il Giro delle Fiandre 2016 in maglia di campione del mondo (foto: Sunada)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Una curiosità per gli appassionati di numeri, dati e statistiche. Mathieu Van der Poel, favorito numero uno per la vittoria del Giro delle Fiandre di domenica, ha l’occasione unica di trionfare con la maglia di campione del mondo. In passato sono solamente in cinque ad essere riusciti in questa impresa.

Il primo fu Louison Bobet, nel lontano 1955, quando fu capace di anticipare allo sprint Hugo Koblet e Rik Van Steenbergen sul traguardo di Wetteren. Nel 1962 fu invece il turno di Rik Van Looy, campione del mondo a Berna l’anno precedente davanti al nostro Nino Defilippis. Conquistò la Ronde dopo aver alzato le braccia al cielo alla Gand-Wevelgem ma, non sazio, vinse anche la Roubaix una settimana dopo.

Ogni statistica non può non prevedere il nome di Eddy Merckx. Il cannibale si prese il terzo e ultimo Fiandre della carriera vestendo la maglia iridata e tagliando il traguardo di Meerbeke in totale solitudine. Trentuno anni d’attesa per arrivare a Tom Boonen e all’edizione 2006. Infine Peter Sagan nel 2016: l’anno prima vinse il mondiale a Richmond.