Settimana Coppi e Bartali, 3ª tappa Riccione-Riccione: percorso, favoriti e dove vederla

Settimana Coppi e Bartali
Alexis Guerin alla vittoria della quarta tappa della Settimana Coppi e Bartali 2023 (foto: SprintCyclingAgency)
Tempo di lettura: 3 minuti

C’è chi dice che in questa edizione della Settimana Coppi e Bartali non ci siano grandi nomi, invece ci sono eccome e sono i nomi del futuro. O del presente, chi lo sa. Tantissimi giovani corridori si stanno misurando su una corsa di alto livello e hanno la possibilità di mettersi in mostra al grande pubblico. Per capire quanto sia importante la gara, basti pensare che oggi correranno su un percorso che ricalcherà il tracciato Tour de France 2024.

Percorso

Anche la terza tappa della Settimana Coppi e Bartali partirà da Riccione, nuovamente dal famoso Piazzale Ceccarini. La vittoria di giornata si deciderà nella stessa città in Viale Milano. Dopo il via dato alle 12.00, il gruppo attraverserà San Clemente e poi, a 19,5 chilometri di gara, si passerà per Fratte per cominciare una salita che porterà fino a Monte Cerignone per poi cominciare l’ascesa verso il primo Gpm di prima categoria: si tratta di Passo San Marco, 11,9 chilometri alla pendenza media del 4,4%. Una lunga discesa porterà i corridori verso i piedi della salita su cui è posto il secondo Gpm (questa volta di seconda categoria) che è San Leo: 5,1 chilometri al 7,4%.

In questo tappone di 132,2 chilometri totali non ci sarà molto spazio per respirare. Infatti, anche se non si tratta di un Gpm, prima di entrare nella Repubblica di San Marino si affronterà ancora a Montemaggio una salita di 4,2 chilometri al 6,9%. La vera ascesa che porta nel cuore del piccolo Stato si trova più avanti e assegnerà punti per la maglia degli scalatori, per ora detenuta da Manuele Tarozzi: parliamo di 6,7 chilometri al 4,9%. Una salita ben conosciuta da molti atleti del gruppo in quanto spesso i corridori si trasferiscono proprio a San Marino.

Appena rientrati in Italia si salirà ancora a Montescudo per 2,5 chilometri alla pendenza media del 9,5% e poi via verso Croce e verso la salita di 2,2 chilometri in località Fornace. Un lungo tratto pianeggiante riporterà il gruppo a Riccione dove ad attenderli ci sarà solo il traguardo di giornata. Particolare attenzione è da prestare negli ultimi cinque chilometri dove, al nervosismo dettato da un probabile gruppo compatto pronto alla volata, si aggiungeranno una serie di ostacoli inevitabili nei centri cittadini: due rotatorie ai -5, una curva secca ai -3,5, una doppia curva ai -3, un’ultima rotatoria appena prima dell’ultimo chilometro.

Favoriti

Se nella tappa di ieri qualcuno può essere stato sorpreso dall’arrivo di un gruppo di circa 60 unità – ma non della vittoria di Diego Ulissi, era un percorso adattissimo a lui – oggi non è difficile che il gruppo giunga piuttosto unito in Viale Milano. È anche vero che le difficoltà di giornata non sono poche: potrebbe quindi spuntarla un corridore che tiene bene le salite, con un sostegno valido da parte della squadra e piuttosto esplosivo.

Con uno sguardo alle dinamiche di gara viste finora si può sognare con Davide De Pretto, per niente impaurito dei big che si ritrova al fianco. Attenzione anche a Kristian Sbaragli, ottavo a Pesaro e nel primo gruppo dietro Ulissi a Sogliano al Rubicone. Attenzione a Giosuè Epis, spesso a suo agio nelle volate nella categoria dei dilettanti: quest’anno che ha fatto il grande passo con l’Arkea-B&B Hotels potrebbe sfruttare l’occasione della Coppi e Bartali per misurarsi in prima persona con uno sprint tra i professionisti. Dall’estero potrebbe spuntarla Koen Bouwman (quarto nella prima tappa e sesto nella seconda) oppure Marco Brenner per una doppietta.

Dove vedere la terza tappa della Settimana Coppi e Bartali

La Rai si dedicherà, per tutta la Settimana Coppi e Bartali, a trasmettere un riassunto della corsa sul canale 58 (Rai Sport) dalle 17.00 alle 18.00. Per chi volesse vedere di più della corsa, il canale YouTube Ciclismo Live trasmette la diretta streaming a partire dalle 14.40.