GP del Perdono di Melegnano: domani si svolgerà la presentazione della corsa

GP del perdono
Foto della presentazione del GP del perdono di Melegnano 2023
Tempo di lettura: 2 minuti

L’attesa sta per terminare: domani, 22 marzo, alle ore 21.00, nella splendida cornice della Sala delle Battaglie del Castello Mediceo di Melegnano verrà presentato ufficialmente il Gran Premio del Perdono-Trofeo Makecasa 2024, gara ciclistica internazionale riservata alla categoria juniores promossa dall’Unione Ciclistica Sangiulianese.

Organizzato dal gruppo di lavoro guidato da Marco Toni e Tommaso Marini, il vernissage – che vuole essere una sorta di “prologo” alla grande festa che Melegnano vivrà il Primo di aprile grazie alla gara e ai molti momenti organizzati a corollario – è aperto a tutta la cittadinanza e vedrà la partecipazione dei rappresentanti della Amministrazione Comunale, di autorità civili e religiose, dei rappresentanti delle aziende partner e dei dirigenti della Federazione Ciclistica Italiana.

Durante la serata verranno svelati i dettagli del percorso, le squadre partecipanti (provenienti da diciassette nazioni differenti) e la Maglia Makecasa che verrà fatta indossare al vincitore dell’edizione 2024 del Gran Premio del Perdono Trofeo Makecasa. Sarà l’occasione per rivivere e ricordare alcune passate edizioni della corsa così da creare un fil-rouge che porterà fino al grande evento del lunedì dopo Pasqua.

Il Gran Premio del Perdono Trofeo Makecasa non è semplicemente una gara ciclistica ma, come sottolineato più volte dagli organizzatori, vuole essere un evento con un orizzonte più largo e particolare attenzione agli aspetti sociali. Nasce così la collaborazione con l’associazione Ai.Bi. – Amici dei Bambini, un movimento di famiglie che dal 1986 opera in Italia e in oltre 30 Paesi del Mondo per dare a ogni bambino abbandonato una famiglia e garantire il suo diritto a essere figlio.

L’impegno di Amici dei Bambini è anche molto radicato sul territorio di Melegnano e del sud Milano. Proprio presso i locali della sua sede centrale, a Mezzano di San Giuliano milanese, ha recentemente aperto la struttura di Casa Padre Mario, una nuova comunità educativa per adolescenti intitolata alla memoria del Padre missionario in Brasile che, ormai 40 anni fa, ispirò la missione di accoglienza di Amici dei Bambini.

Con il cuore radicato nella zona sud del capoluogo lombardo, l’azione e l’impegno dell’associazione si sono estesi in Europa dell’Est, America, Africa e Asia, dove Amici dei Bambini lotta ogni giorno per combattere l’emergenza abbandono: una vera e propria emergenza umanitaria che, a differenza di fame, malattia e guerre, presenti principalmente nei Paesi in via di sviluppo, è comune a tutti i Paesi del mondo con dimensioni sempre più allarmanti. Secondo una stima basata su un report di Unicef di qualche anno fa, sono almeno 200 milioni i bambini abbandonati nel mondo. In Italia, i minori “fuori famiglia” sono oltre 30mila.

Queste le parole con cui Marco Griffini, Presidente di Ai.Bi, ha commentato la collaborazione con l’Unione Ciclistica Sangiulianese e il Comitato organizzatore dell’evento: «È un onore e un piacere avere la possibilità di collaborare con la UC Sangiulianese ASD in occasione di questo evento così importante e sentito sul territorio come il Gran Premio del Perdono. Un evento che richiama ragazzi da tanti Paesi differenti e ci permette non solo di parlare di sport e gioventù, ma anche di accendere i riflettori sui bisogni dei tanti ragazzi che arrivano da lontano, ma ce ne sono anche di molto più vicini a noi, per motivi purtroppo molto diversi rispetto al correre una gara ciclistica. Questo momento di festa, quindi, diventa anche l’occasione per fare del bene e per ricordarci della emergenza umanitaria che colpisce in ogni parte del mondo milioni di bambini e ragazzi abbandonati e in difficoltà che vivono lontani dalle loro famiglie, come quelli che Ai.Bi. ospita nelle sue comunità di accoglienza presenti proprio sul territorio dove passerà la corsa».