Tirreno-Adriatico, oggi l’ultima tappa: percorso, favoriti e dove vederla in TV

Ultima tappa
Il gruppo alla Tirreno-Adriatico 2022 (foto: Fabio Ferrari/LaPresse).
Tempo di lettura: 3 minuti

La 59ª edizione della Tirreno-Adriatico vedrà oggi la sua conclusione con la settima frazione: come da tradizione, lo scenario sarà il lungomare di San Benedetto del Tronto, dov’è atteso un ultimo scontro tra le ruote veloci nella giornata che dovrebbe incoronare Jonas Vingegaard vincitore (e dominatore assoluto) della “Corsa dei due mari”.

Percorso

Dopo la partenza da San Benedetto del Tronto, la prima metà di tappa si presenta piuttosto ondulata e comprende anche il gran premio della montagna di Montedinove (3,9 km al 5,5%). Gli ultimi 80 chilometri, però, sono completamente pianeggianti, con un circuito finale di circa 15 km da ripetere cinque volte. Il circuito è caratterizzato da ampi rettilinei e poche curve, l’ultima a circa 1 km dalla conclusione. Negli ultimi anni, si sono imposti qui in volata Phil Bauhaus (nel 2022) e Jasper Philipsen (nel 2023).

Favoriti

⭐️⭐️⭐️

Jasper Philipsen (Alpecin-Deceuninck) – Il belga, qui vincitore l’anno scorso, ha già timbrato a Follonica, mentre a Giulianova si è dovuto arrendere a un grande Jonathan Milan. La forma è comunque molto buona e la squadra, pur priva di Van der Poel, ha dimostrato di saperlo guidare bene nei finali concitati.

Jonathan Milan (Lidl-Trek) – Il friulano, vincitore a Giulianova e altre due volte piazzato sul podio, si è visto ieri scavalcare da Ayuso nella classifica della maglia ciclamino: per sopravanzarlo nuovamente basteranno due punti nella tappa odierna. Con questa forma, però, l’obiettivo è chiaramente quello di ottenere un altro successo, per poi presentarsi alla Milano-Sanremo in condizioni ideali.

⭐️⭐️

Phil Bauhaus (Bahrain-Victorious) – Il tedesco ha già alzato le braccia sul lungomare di San Benedetto del Tronto (era il 2022) e mercoledì a Gualdo Tadino ha ottenuto la sua prima vittoria stagionale. Le volata della Tirreno-Adriatico gli hanno spesso sorriso, e dunque non è escluso che oggi possa arrivare il bis.

Tim Merlier (Soudal Quick-Step) – Il belga era arrivato alla Tirreno-Adriatico già forte di cinque vittorie stagionali e pronto a rivestire il ruolo di uomo da battere nelle volate. Fino a questo momento, però, è arrivato solo un secondo posto a Follonica (dietro a Philipsen): la tappa di oggi sarà dunque l’ultima occasione per lasciare il segno su questa edizione della “Corsa dei due mari”.

⭐️

Biniam Girmay (Intermarché-Wanty) – Nei precedenti sprint l’eritreo ha mostrato una buona condizione: terzo (poi declassato) a Follonica, quarto a Giulianova. Gli ultimi chilometri, completamente pianeggianti e caratterizzati da lunghi rettilinei, non sono forse il terreno più adatto per il 23enne, che però proverà sicuramente a sfruttare al meglio l’ultima possibilità di centrare un successo in questa Tirreno-Adriatico.

Axel Zingle (Cofidis) – Questa settimana il francese è già arrivato due volte nei primi cinque (un terzo e un quinto posto), a testimonianza di un ottimo stato di forma. Anche lui (come Girmay) si troverebbe probabilmente più a suo agio con un arrivo in leggera salita, ma i buoni risultati di questa Tirreno-Adriatico fanno sì che il morale e la fiducia della squadra siano molto alti.

Dove vedere la gara in TV

La settima e ultima tappa della Tirreno-Adriatico 2024 sarà trasmessa in diretta sui canali Rai: dalle 14.45 alle 16 su Rai Sport, dalle 16 alle 17 su Rai 2. Diretta anche su Eurosport 2, dalle 15 alle 17. Infine, la tappa sarà trasmessa in streaming su RaiPlay e Discovery+.