McNulty perde la maglia, ma guarda avanti: «Mi sono preparato alle cronometro pensando alle Olimpiadi»

Brandon McNulty ha vinto la prova a cronometro dell'UAE Tour 2024 in maglia di campione nazionale statunitense (Credits: Sprint Cycling Agency)
Tempo di lettura: < 1 minuto

La vittoria di Brandon McNulty nella prova a cronometro della tappa di ieri all’UAE Tour non nasconde solo una buona preparazione in vista della stagione, ma anche delle buone speranze per i Giochi Olimpici. Sul Jebel Jais, però, non è riuscito a difendere la maglia di leader della classifica generale.

La stagione di McNulty è iniziata, tuttavia, molto bene: in Spagna ha ottenuto tre top10 in tre gare e ha vinto la Volta a la Comunitat Valenciana dopo aver ottenuto la penultima tappa. La sua vittoria negli Emirati Arabi, invece, è andata a completare un podio tutto UAE composto, oltre a lui, da Jay Vine e Mikkel Bjerg.

Riguardo la sua prova a cronometro, si è espresso con queste parole: «È stato molto importante vincere la cronometro. In corsa sentivo che la velocità era ottima, quindi ho continuato a seguire il piano che avevamo stilato. La squadra ha fatto grandi sforzi nello sviluppo dei materiali, non solo a cronometro, ed è bello vedere che paga i suoi frutti».

Lo statunitense si può quindi proiettare con una sicurezza in più sulle Olimpiadi. «Questo risultato mi dà grande fiducia in vista dei Giochi. Dopo alcuni buoni risultati lo scorso anno mi sono focalizzato sempre più a cronometro pensando a Parigi. Avere già ottenuto tre vittorie quest’anno mi fa sentire benissimo, ma questa è di un altro livello rispetto a Valencia».