Il nuovo sponsor della Alpecin-Deceuninck è un’azienda che produce chetoni: «Fondamentali per la nutrizione»

La Alpecin-Deceuninck al Tour de France 2023 (Foto: ASO)
Tempo di lettura: < 1 minuto

All’Alpecin-Deceuninck si affianca un nuovo sponsor: si tratta della deltaG Ketones, un’azienda specializzata nella produzione di chetoni. Se negli anni scorsi UCI e WADA avevano avviato un’indagine per scoprire se l’uso dei chetoni procurasse conseguenze nelle prestazioni degli atleti, oggi una delle squadre più all’avanguardia annuncia che saranno centrali nella nutrizione.

L’esito negativo da parte delle due organizzazioni ha fatto sì che l’accordo tra le due società olandesi potesse nascere senza problemi. Anzi, la squadra diffonde una nota in cui dichiara: «I composti di cui si è tanto parlato in passato tornano di attualità nel mondo del ciclismo, entrandovi dalla “porta principale”. I chetoni deltaG avranno un ruolo centrale nella strategia nutrizionale della Alpecin-Deceuninck: oltre che per migliorare le prestazioni, i chetoni verranno usati per aumentare la presenza mentale, accorciare i tempi di reazioni e facilitare tempi di recupero più brevi per i nostri corridori».

E proprio sul sito ufficiale della deltaG Ketones si legge che i loro prodotti, «massimizzando i livelli di chetoni nel sangue e fornendo una potente fonte di carburante che aumenta le prestazioni fisiche, affinano l’acutezza mentale e supportano la salute metabolica». Gli atleti potranno quindi: «Allenarsi più duramente e migliorare il recupero del 15%, stabilire il record mondiale di resistenza, mantenere la concentrazione oltre l’esaurimento».

Interviene il medico della Alpecin-Deceuninck, Peter Lagrou: «Il nostro obiettivo di dottori è quello di proteggere la salute dei nostri corridori. La strategia nutrizionale per questo è molto importante e, stando ai recenti risultati scientifici, utilizzare i chetoni come parte dell’alimentazione aiuta i processi di recupero e fa diminuire le infiammazioni croniche e lo stress ossidativo. La collaborazione con deltaG contribuisce perfettamente ai nostri obiettivi».