Bernal: «Prezioso aver corso e concluso due grandi Giri, anche se è stato più duro che vincere il Tour nel 2019»

Bernal
Egan Bernal, 26 anni, vincitore del Tour de France nel 2019
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il 2023 è stato un anno più faticoso del previsto, ma anche molto importante per Egan Bernal. Dopo il brutto incidente del 2020, questa è stata la prima stagione in cui il colombiano è finalmente riuscito a correre tanto e con continuità. Quindi, anche senza vittorie, la stagione da poco conclusa potrebbe rivelarsi come un passo importante per il corridore della Ineos-Grenadiers.

«La cosa più preziosa è stata aver fatto due grandi Giri come Tour e Vuelta. Aver potuto chiudere l’anno con così tanti giorni di gara, accumulando fatica e chilometri sulle gambe, mi aiuterà sicuramente a migliorare per il 2024», ha detto il vincitore del Tour de France 2019 a The Movie.

«Ho sofferto tanto in questa stagione, ma penso che ogni corsa chiusa sia stata importante per me. Personalmente, la cosa più bella è stata finire il Tour. Per me è stata una sensazione anche migliore rispetto a quando l’ho vinto nel 2019», ha aggiunto il classe ’97.

Bernal è mentalmente già proiettato sul 2024, che vorrebbe iniziare già a febbraio nella sua Colombia: «Nel 2024 voglio correre i campionati nazionali e il Tour Colombia. Mi darebbe molta fiducia».