TOUR DE FRANCE 2023 / Vingegaard: «Pogacar merita quegli 8 secondi»

Jonas Vingegaard indossa ancora la maglia gialla al termine della nona tappa del Tour 2023 (Foto: ASO)
Tempo di lettura: < 1 minuto

In giallo al primo lunedì di riposo, eppure Jonas Vingegaard è molto lontano dall’essersi liberato di Tadej Pogacar. Anzi: la sua ombra ha ridotto un po’ lo svantaggio, adesso il vincitore dell’ultimo Tour ha appena 17 secondi di vantaggio sul suo rivale sloveno. Quando Pogacar ha cambiato ritmo, nel finale del Puy-de-Dôme, Vingegaard ha scelto di salire con il proprio ritmo e non si è scomposto fino alla linea bianca, dov’è passato con un distacco di otto secondi.
«Tadej era incredibilmente forte. Si merita quei secondi», dice onestamente Jonas. «Sono soddisfatto di essere ancora in gialla».


Con appena 17 secondi di differenza, si annuncia un Tour de France-thriller. «Certamente lo sarà. Corriamo entrambi ad un livello molto alto. Io posso fare meglio, questa non è stata la mia giornata migliore. Il giorno di riposo di domani mi farà bene». Non pensate di trovare il giovane danese abbattuto. «Le tappe che seguono sono più adatte a me. Sono fortunato.”
E quegli 8 secondi come vanno interpretati? «Il danno è limitato», ha detto il direttore sportivo della Jumbo-Visma Frans Maassen. «Ci aspettavamo un attacco da Tadej, ma sono alla pari. Jonas si sentiva bene e la squadra era forte».