Ganna ha un piano: «Vorrei la maglia di campione del mondo a cronometro»

Filippo Ganna (ITA) - photo Luca Bettini/UEC/SprintCyclingAgency©2022
Tempo di lettura: < 1 minuto

Doveva tornare al Giro di Svizzera, un mese dopo lo stop per covid al Giro d’Italia, ma Filippo Ganna ha dovuto rimandare. «Da tre giorni non mi sentivo al 100% e, dopo essermi confrontato con il team, ho deciso di rinunciare a questo appuntamento. Pensavo di superare il malessere e invece sono ancora debole, con scarso appetito. Spero di riprendermi al più presto», ha detto Ganna a Davide Romani, sulla Gazzetta dello Sport.

Aspettava il Giro di Svizzera – dopo un periodo in altura e qualche allenamento in pista a Montichiari – per saperne di più sul suo stato di forma. Ma dovrà aspettare. Parteciperà ai campionati italiani, poi tornerà in altura e con la squadra valuterà il miglior avvicinamento ai Mondiali di Glasgow (al momento Filippo è iscritto al Tour di Vallonia dal 22 al 26 luglio).

Al momento non ci sono certezze sul suo programma ai mondiali, ma «ho in testa una cosa. Vorrei tornare a vestire la maglia di campione del mondo a cronometro». Filippo non ha visto il percorso, «ho parlato con Marco Velo, mi ha spiegato che è un percorso regolare con gli ultimi 800 metri di salita».

Di sicuro la pista continua a essere una parte fondamentale del suo calendario, «con Villa ho passato due giorni di lavoro questa settimana, poi dovrei ripetere la cosa dopo i Tricolori. Infine proverò a incastrare altri giorni dopo il periodo di lavoro in altura».