GIRO D’ITALIA 2023 / Il diario dell’Ammiraglio Savio: «De Marchi, Bettiol e Moscon: forza ragazzi, oggi tocca a voi tre»

Bettiol
Alberto Bettiol è stato declassato dalla giuria insieme a Mattias Skjelmose
Tempo di lettura: < 1 minuto

«Oggi si presenta una bella occasione per i cacciatori di fughe e per questo vedo soprattutto De Marchi, Bettiol e Moscon come possibili attaccanti di giornata. Forza ragazzi, provateci perché potete farcela». Gianni Savio ripassa a voce alta le insidie della frazione odierna e poi riprende il discorso ponendo l’attenzione su come – secondo lui – si svilupperà tatticamente il nastro della corsa.

«Le squadre dei velocisti non riusciranno a tenere facilmente cucito il gruppo sicché sarà molto probabile che un drappello nutrito di corridori possa prendere il largo e arrivare al traguardo di Rivoli. Ieri De Marchi si è “riposato” quindi sono convinto che oggi ci riproverà così come dovrebbero muoversi Bettiol e Moscon che vedo, giorno dopo giorno, pedalare sempre meglio».

Dalle previsioni della frazione odierna, la dodicesima di questo tribolato Giro d’Italia, ad un veloce commento della tappa di ieri: il team manager piemontese ne approfitta ribadendo la sua stima per Milan, ieri secondo a meno di un centimetro dalla vittoria.

«Jonathan ha fatto uno sprint pazzesco: nonostante fosse decisamente indietro ha fatto una rimonta incredibile che per un nulla non conclude vincendo la tappa. E’ stato protagonista di un numero incredibile che mi ha ricordato le torrenziali volate di Super Mario Cipollini. Sì, Milan mi ricorda il “Cipo” e sono certo che appena avrà a disposizione un proprio treno, allora sì che i tanti piazzamenti si trasformeranno in bellissime e prestigiose vittorie».