GIRO DELLE FIANDRE 2023 / Van Baarle non ci sarà. A guidare la Jumbo-Visma il trio composto da van Aert, Laporte e Benoot

Van Baarle
Dylan van Baarle in azione alla Tirreno-Adriatico 2023
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Giro delle Fiandre 2023 potrebbe già essere la ciliegina sulla torta di una campagna del Nord straordinaria per la Jumbo-Visma. La squadra olandese ha annunciato i sette corridori al via della Ronde, svelando l’assenza di Dylan van Baarle. Quest’ultimo aveva abbandonato la Tirreno-Adriatico per problemi fisici, non precisati dallo staff medico, che in seguito ha parlato di un infortunio al ginocchio. Il corridore olandese, vincitore al debutto in stagione della Omloop Het Nieuwsblad, è rientrato alla E3 Saxo Classic, ma senza tagliare il traguardo.

Secondo nella scorsa edizione del Fiandre, van Baarle non è riuscito a recuperare in fretta un’ottimale condizione fisica e così è stato costretto a rinunciare alla seconda monumento della stagione. A sostituirlo sarà Tim van Dijke, il più giovane dei sette “Calabroni” al via dell’edizione 107 dell’università del ciclismo. L’olandese svolgerà un ruolo di supporto, come sulla carta sono chiamati a fare Edoardo Affini, Tosh Van der Sande e Nathan van Hooydonck.

Il leader sarà naturalmente Wout van Aert, fresco di vittoria all’E3 Saxo Classic e accompagnato da due punte di valore come Cristophe Laporte e Tiesj Benoot. Il francese arriva dalla doppietta firmata alla Gand-Wevelgem e alla Dwars door Vlaanderen, mentre Benoot si è contraddistinto con la vittoria della Kuurne-Bruxelles-Kuurne a fine febbraio. Il capitano belga è intervenuto sull’assenza di van Baarle a Het Nieuwsblad: “È un peccato, ma la sua salute viene prima di tutto. Dylan è sempre uno dei migliori nelle classiche più lunghe e dure come il Giro delle Fiandre. Ora tocca a noi recuperare la sua assenza nel miglior modo possibile. Nelle ultime settimane abbiamo sicuramente dimostrato di poterlo fare. Abbiamo una forte squadra con cui puntare ogni volta alla vittoria con corridori diversi. Sono fiducioso che possiamo fare bene domenica”.