TOUR DOWN UNDER 2023 / Damiani sta con Bettini: «Sì, Bettiol andava squalificato»

Roberto Damiani
Roberto Damiani, direttore sportivo della Cofidis, alla fine della terza tappa del Tour Down Under 2023
Tempo di lettura: < 1 minuto

«Nulla di personale contro Alberto Bettiol – attacca Roberto Damiani, direttore sportivo della Cofidisma io sono d’accordo con quello che vi ha detto Paolo Bettini: per me andava squalificato. Ieri sera ho recuperato qualche immagine e non ci sono molte scuse: capisco la tensione del momento, ma la stagione è appena cominciata».

Damiani accenna anche a Knox, lo scalatore britannico della Soudal-Quick Step squalificato (a detta di molti addetti ai lavori presenti in Australia) ingiustamente per aver sfruttato la scia di alcuni mezzi per rientrare in gruppo dopo una caduta.
«In quel caso, e mi ci metto anche io, avremmo dovuto alzare la voce e non l’abbiamo fatto. Se uno pensa a Knox, è inevitabile dire che Bettiol andava squalificato. Gli atleti hanno anche dei doveri d’immagine: se ti inquadrano o ti chiedono una foto o un autografo non puoi reagire in maniera brusca. Un atleta esperto e di valore come lui non può non saperlo».