TOUR DOWN UNDER / La corsa degli italiani: da Sacchi a Nizzolo, ecco le otto vittorie di tappa azzurre in Australia

La vittoria di Giacomo Nizzolo sul traguardo di Victor Harbor davanti a Simone Consonni. Era la quinta tappa del Down Under 2020 (@Couldphoto)
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Tour Down Under è sempre stato terreno di caccia dei padroni di casa australiani. L’abitudine a correre nel caldo di gennaio e la forma già ottima dovuta ai campionati nazionali hanno aiutato i corridori locali a conquistare la maggior parte delle edizioni della corsa.

E gli italiani? Dal 1999, anno in cui il Tour Down Under venne inserito nel calendario, sono ben otto le vittorie di tappa azzurre in Australia, mai nessuno però è riuscito a conquistare la classifica generale, con il solo Diego Ulissi capace di salire sul podio finale per ben due volte nel 2014 e 2020.

Ma andiamo con ordine e torniamo indietro nel tempo. Il primo successo italiano nella corsa di apertura della stagione risale al 2001 quando Alessio Galletti e Fabio Sacchi conquistarono rispettivamente la terza e seconda tappa con arrivi a Victor Harbor e Murray Bridge.

Proprio Fabio Sacchi in quella edizione fu capace di vestire per un giorno la maglia di leader della classifica generale, prima di cederla a Stuart O’Grady, poi vincitore finale. Sempre il corridore della Saeco prese la maglia per ben tre giorni l’anno successivo, pur non vincendo nessuna frazione intermedia. L’ultimo successo di tappa di Sacchi è del 2003 a Capunda: una vera e propria stoccata per anticipare di 14″ il gruppo regolato da McEwen.

Diego Ulissi al Tour Down Under nel 2020, l’anno dell’ultima edizione della corsa australiana prima dello stop causa Covid

Un digiuno lungo cinque anni di italiani al Tour Down Under prima del colpaccio di Francesco Chicchi ad Adelaide. Vestendo la maglia della Liquigas, il corridore di Camaiore è riuscito a mettersi alle spalle McEwen e Brown.

La saga di Ulissi si apre nel 2014 quando vinse una frazione a Stirling su Gerrans ed Evans e salì sul podio finendo al terzo posto, proprio alle spalle dei due australiani. Elia Viviani fece sue due tappe nel 2018 e 2019 entrambe allo sprint, così come Giacomo Nizzolo nel 2020, ultima edizione della corsa disputatasi prima dello stop biennale causa Covid.