Il pressing di Pogacar funziona: il suo ds Allan Peiper torna alla UAE Team Emirates

Peiper
Allan Peiper alla partenza della quinta tappa del Tour Down Under 2020.
Tempo di lettura: 2 minuti

Tadej Pogacar ce l’ha fatta: dopo oltre un anno di assenza, il direttore sportivo Allan Peiper torna alla UAE Team Emirates. L’australiano ha risposto sì alle assillanti richieste del due volte vincitore del Tour, che lo voleva nuovamente nel suo staff. Peiper si era allontanato alla fine del 2021 per motivi di salute, ma ora – a quanto riferisce WielerFlits – può riprendere il suo lavoro. Peiper, che vive in Belgio, è stato il grande artefice della prima vittoria di Tadej Pogacar al Tour de France nel 2020. L’ex corridore del team Panasonic di Peter Post, ha sempre detto al giovane sloveno che quel Tour si sarebbe deciso solo nel penultimo giorno, quello della cronoscalata a La Planche des Belles-Filles. Ha dunque programmato nei dettagli quella crono con un cambio di bicicletta strategico per l’allora 21enne Pogacar.

Dopo la seconda vittoria di Pogacar al Tour, Peiper ha annunciato a dicembre che si sarebbe concentrato sulla sua lotta contro il cancro. «Le mie cure hanno bisogno di tempo. Non posso più svolgere il mio ruolo nel ciclismo come vorrei», disse allora. La squadra sperava ancora che avrebbe continuato come consigliere, un ruolo che perà a Peiper non piaceva. «Le cure contro il cancro, a cui mi sottopongo da sei anni, ha richiesto un enorme tributo. Sia a livello mentale che fisico. Negli ultimi tre anni mi sono divertito moltissimo con il team, che mi ha preso sapendo che ero malato e mi ha dato tutte le possibilità. Mi hanno sostenuto nella buona e nella cattiva sorte e hanno mostrato comprensione per la mia situazione. Sono grato per questo».

Alla fine del 2021, Mauro Gianetti aveva molto elogiato il ruolo che Peiper aveva svolto nella squadra. «Anche se sta facendo un passo indietro, farà sempre parte della nostra squadra. Abbiamo imparato molto da lui. La sua professionalità, dedizione e conoscenza sono state preziose per il nostro team e gli siamo grati per tutto ciò che ha fatto», disse allora.

Dopo che Pogacar ha perso l’ultimo Tour de France contro il danese Jonas Vingegaard, in molti hanno fatto notare che allo sloveno erano mancate le tattiche di Peiper contro la Jumbo-Visma. In particolare, da solo Pogacar sarebbe stato un po’ troppo incline a spendere energie. Per migliorare tatticamente e strategicamente, Pogacar ha richiamato il suo ex direttore sportivo per questa stagione. E Peiper finalmente lo ha accontentato.