Cassani anticipa il 2023: «Nelle corse di un giorno diremo la nostra»

Cassani
Davide Cassani in una foto d'archivio

Non è riuscito ad allestire la squadra che avrebbe voluto ed anziché farla a tutti i costi ha preferito rinviare il progetto. Voleva costruire una squadra con atleti italiani per offrire finalmente uno sbocco ad alto livello a tutti quei ragazzi che sono costretti a smettere o ad adeguarsi a progetti di secondo livello in formazioni straniere che sfruttano le loro qualità per valorizzare i campioni di casa loro. Non è riuscito perché anche titolari di aziende di altissimo livello, appassionati di ciclismo, non se la sono sentita di abbracciare un progetto che mai come oggi avrebbe un valore decisivo per il rilancio del ciclismo italiano. E Davide Cassani nei nostri ragazzi ci crede davvero al punto da immaginare un 2023 che potrebbe riservarci molte sorprese positive...

...............

Ami il ciclismo? Vuoi leggere questo articolo e tutti i contenuti esclusivi di quibicisport.it? Aderisci alle offerte EXTRA di Bicisport cliccando qui.

Se sei gia abbonato clicca qui per accedere