Evenepoel, super offerta da Ineos: per Remco 50 milioni in più anni

Brailsford
Dave Brailsford, team manager della Ineos-Grenadiers
Tempo di lettura: 2 minuti

La Ineos-Grenadiers è pronta a fare follie per avere Remco Evenepoel: le voci, invece di spegnersi, aumentano di volume. Patrick Lefevere, patron della Quick-Step ha fatto e detto di tutto e di più in queste per smorzare i rumors, ma l’eco del ciclomercato è imponente. Oggi la Gazzetta dello Sport parla di «missione impossibile. Ma quanto impossibile? E se invece non lo fosse del tutto?».

Remco, che ieri ha avuto la dimostrazione di avere conquistato tutto il Belgio (settemila tifosi vestiti di rosso lo hanno acclamato sulla Grand Place della capitale, mentre lui guidava le danze dal balcone del municipio), ha un contratto con la Quick-Step (che dall’anno prossimo sarà Soudal Quick-Step) fino al 2026. Scrive la Gazzetta che gli ultimi successi – Vuelta e Mondiale – potrebbero avergli fruttato un bonus di un milione di euro sul contratto (da 2,5 mln/annui), e se Remco lasciasse lo squadrone nazionale (la Quick-Step e Lefevere sono belgi come lui) certo sarebbe uno choc per il Paese.

Però Ineos – di proprietà del magnate Jim Ratcliffe – «sarebbe pronta a mettere sul piatto una offerta mai vista», scrive la Gazzetta: almeno 15 milioni – se non 20 – per rompere il contratto di Evenepoel, e tra i 40 e i 50 per lui (spalmati su un accordo pluriennale). Il budget del team più ricco del mondo si avvicina ai 50 milioni di euro all’anno, e la squadra ha un bisogno assoluto di uno come Remco: il 2022 è stato il primo anno in cui il team non ha vinto grandi Giri.

Bernal, al ritorno da un incidente gravissimo, ha chiuso in anticipo la stagione per sottoporsi all’ennesimo intervento chirurgico, Carapaz è andato via, Carlos Rodriguez andrà alla Movistar nel 2024, e i giovani sono ancora da verificare, lo stesso Pidcock non sembra ancora pronto per fare il leader in un grande Giro. Dopo il Lombardia, scrive ancora la Gazzetta, la squadra inglese «è pronta a fare un annuncio importante per un corridore in entrata: forse Primoz Roglic? Lo sloveno ha però un contratto con la Jumbo-Visma fino al 2025».

Quanto a Remco, Lefevere – che l’altro giorno ha cenato e brindato con Evenepoel padre e figlio, ha detto che le possibilità che il neocampione del mondo se ne vada «sono 0,00%». Però le voci si rincorrono, chissà perché.