Van der Poel, ritorno alla normalità. Fa 90 km in mtb: «Mi svuota la testa»

Van der Poel
Mathieu van der Poel al Tour de France 2022 (foto: A.S.O./Ballet)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Questa mattina, appena tornato a casa (in Belgio) dopo la brutta avventura del Mondiale australiano, Mathieu van der Poel è risalito in bici, e ha scelto la sua bici preferita, la mountain bike. Come documenta Strava, l’olandese ha ha fatto quasi 90 chilometri in tre ore e mezza. «La mountain bike mi svuota la testa», ha scritto MVDP sui social. Il corridore olandese è andato in direzione di Hoogerheide, e ha raggiunto il parco nazionale Kalmthoutse Heide.

Al momento non è chiaro se correrà ancora in questa stagione su strada. L’Alpecin-Deceuninck ha detto che che al momento “non ci sono informazioni al riguardo, ma se ci sono, sarà presto chiaro”. Martedì, al suo arrivo a Zaventem, Mathieu aveva detto di non aver ancora deciso i suoi programmi. “È il momento di aspettare un po’ e vedere come mi sento. Mi sono allenato molto duramente per il Mondiale e mi sentivo bene. Quindi spero di fare qualcosa, ma dipende da come mi riprenderò nei prossimi giorni”.

Anche Roxanne Bertels, la sua compagna al centro delle polemiche da quando si è saputo che a Wollongong van der Poel dormiva con lei e non con i compagni di squadra, ha interrotto il suo silenzio ringraziando su Instagram «tutti quelli che si sono presi il tempo di scrivere un messaggio e quelli che hanno fatto avere il loro supporto, vuole dire tanto».