Mondiali Wollongong 2022 / diretta prova in linea uomini elite: tre azzurri nel gruppo di testa (Live)

mondiali di Wollongong
Immagini dal gruppo dei mondiali di Wollongong 2022
Tempo di lettura: 5 minuti

07.54 (-37 km): Allungo di Lutsenko che guadagna qualche metro.

07.47 (-42 km): Non c’è collaborazione nel gruppo di testa.

07.41 (-46 km): Il gruppo Van Aert/Pogacar è a 2’09” dal gruppo di testa che, ricordiamo, vede anche Conci, Battistella e Rota.

50 chilometri al traguardo!

07.30 (-54 km): Si susseguono gli scatti in testa al gruppo. Sono circa trenta davanti.

07.23 (-59 km): Ancora un attacco di Battistella! Intanto il gruppetto di contrattaccanti si è riportato sulla testa della corsa. Gruppo Van Aert/Pogacar a 1’27”.

07.15 (-66 km): Si è avvantaggiato un gruppetto interessante con Sénéchal, Bardet, Evenepoel, Rota, Lutsenko, Hindley, Skjelmose, Schmid, Powless. Hanno circa 50″ di vantaggio sul resto del gruppo. I sei di testa hanno solo 35″

07.08 (-71 km): Battistella, Sivakov, Serry, Primozic, O’Connor, Pellaud, Kukrle e Liepins restano in testa alla corsa.

07.00 (-77 km): Accelerazione di Battistella sullo strappo di Mount Pleasant. Solo in otto riescono a seguirlo. Intanto la Francia cerca di mettere in fila il gruppo.

06.44 (-88 km): Si alza l’andatura. La quarta ora di corsa è stata percorsa a 41,4 km/h.

06.33 (-95 km): Scende a 4 minuti il ritardo del gruppo dai 16 attaccanti. Si entra nel vivo della corsa.

Mondiali Wollongong 2022 / 100 chilometri al traguardo!

06.15 (-107 km): Caduta di Jake Stewart in salita. La bandiera di un tifoso è rimasta incastrata nel manubrio facendo cadere l’atleta britannico. Nessuna conseguenza fortunatamente per lui.

06.05 (-113 km): Ecco i sedici in testa alla corsa. Primozic (Slovenia), Pellaud (Svizzera), Coté (Canada), Fouché (N.Zelanda), Owsian (Polonia), Kukrle (Rep.Ceca), Liepins (Lettonia), J.Sagan (Slovacchia), Erdenebat (Mongolia), Sagiv (Israele), Sessler (Brasile), Sivakov (Francia), Serry (Belgio), O’Connor (Australia), Battistella (Italia) e Plapp (Australia).

05.52 (-123 km): Scende leggermente il vantaggio dei sedici attaccanti che ora conservano 5’44” sul gruppo principale.

05.38 (-132 km): Ricordiamo che alla partenza da Helensburgh erano presenti atleti rappresentanti ben 50 nazioni. Solo nel 2013 furono di più per un totale di 51.

05.26 (-140 km): Gruppo a 6’41”. Sempre la Spagna a fare l’andatura.

05.13 (-149 km): La Spagna ora a condurre le operazioni in gruppo, mentre i cinque hanno raggiunto gli undici di testa. Ora davanti sono in sedici, tra cui il nostro Battistella.

150 chilometri al traguardo!

05.00 (-160 km): Ricordiamo i nomi dei fuggitivi. Primozic (Slovenia), Pellaud (Svizzera), Coté (Canada), Fouché (N.Zelanda), Owsian (Polonia), Kukrle (Rep.Ceca), Liepins (Lettonia), J.Sagan (Slovacchia), Erdenebat (Mongolia), Sagiv (Israele), Sessler (Brasile).

04.45 (-166 km): Situazione in continua evoluzione. Gli undici di testa hanno 1’47” su Sivakov, Serry, O’Connor, Battistella e Plapp. Gruppo a 6′

04.37 (-174 km): Piccola curiosità. Da segnalare che la squadra più rappresentata in questi mondiali è la Quick-Step con dodici corridori al via. Segue la Ineos con dieci, Groupama-FDJ e UAE con nove.

04.21 (-186 km): I cinque hanno solo 1’37” da recuperare sulla testa della corsa. A 2’45” il gruppo inseguitore che ormai sta per essere ripreso dalla parte grossa del plotone.

04.08 (-194 km): Sivakov, Serry, O’Connor, Battistella e Plapp provano ulteriormente ad avvantaggiarsi. I cinque hanno 2 minuti sugli undici di testa e una trentina di secondi sul gruppo Van Aert/Pogacar.

Mondiali Wollongong: 200 chilometri all’arrivo!

03.51 (-208 km): Davanti ci sono Bardet, Van Aert, Rota, Battistella, Van Baarle. Non sono presenti Alaphilippe, Evenepoel, Matthews e Girmay.

03.44 (-211 km): Si spezza il gruppo dopo il forcing francese. Aspettiamo di capire chi c’è nel primo troncone.

03.26 (-226 km): La Francia vuole fare corsa dura! Sul Mount Keira ritmo altissimo dei transalpini

03.17 (-230 km): Il gruppo ora è decisamente in una fase di relax. Già 6’15” il ritardo dagli undici di testa.

03.08 (-233 km): ATTENZIONE. MATHIEU VAN DER POEL ABBANDONA LA CORSA. Ricordiamo che nella notte che ha preceduto la gara l’olandese è stato arrestato per un incidente nel suo hotel. Ne abbiamo parlato qui.

03.02 (-238 km): Alle spalle degli undici si lanciano Halmuratov (Uzbekistan), Ilic (Serbia) e Schuurhuis (Vaticano). Il loro ritardo è di 1’46”, il gruppo è a 3 minuti.

02.53 (-245 km): La fuga è quella giusta! 1’05” sul gruppo principale dove però continuano a susseguirsi gli scatti, molto attivo anche il rappresentante del Vaticano.

02.46 (-250 km): Sembra essere uscito un gruppetto di 11 corridori. Primozic (Slovenia), Pellaud (Svizzera), Coté (Canada), Fouché (N.Zelanda), Owsian (Polonia), Kukrle (Rep.Ceca), Liepins (Lettonia), J.Sagan (Slovacchia), Erdenebat (Mongolia), Sagiv (Israele), Sessler (Brasile).

02.41 (-254 km): Sono soprattutto le nazionali di seconda fascia a tenere alta l’andatura in questo momento. Sanno che per provare a sorprendere devono assolutamente anticipare e inventarsi qualcosa.

02.34 (-261 km): Gruppo allungatissimo alla ricerca della fuga.

Gli azzurri con Daniele Bennati pochi minuti prima della partenza

02.26: Partiti! La prova in linea uomini elite dei mondiali di Wollongong è ufficialmente iniziata!

02.15: I corridori si dirigono verso il chilometro zero.

Il live della corsa

Ci siamo, il momento più atteso dell’anno è arrivato. È il giorno della prova in linea degli uomini elite ai mondiali di Wollongong. Seguite la diretta della corsa su quibicisport.it, aggiornamenti in tempo reale e contenuti esclusivi dal nostro inviato in Australia per non perdere neppure un secondo della prova.

La gare su strada Elite si svolgerà oggi domenica 25 settembre per un totale di 266,9 chilometri con 3945 m di dislivello). Dopo un inizio nel villaggio settentrionale di Helensburgh, entrambe le gare viaggiano a sud verso Wollongong, dove i corridori si dirigeranno per affrontare la salita principale, il Monte Keira. Con un picco di 473 m di altitudine, il Monte Keira si arrampica per 8,7 chilometri attraverso la foresta pluviale subtropicale con una pendenza media del 5% e una massima del 15% a poco più della metà dell’ascesa.

Dopo i 10 chilometri di discesa, gli atleti si dirigeranno verso il circuito di Wollongong con la sua impegnativa salita urbana, il Mount Pleasant, che vedrà i corridori salire 119 m su 1,1 km con una pendenza media del 7,7% (massima del 14%). Sarà affrontato 12 volte dagli uomini.

Mondiali Wollongong 2022: i favoriti della prova in linea uomini elite

Tre nomi su tutti. Julian Alaphilippe, due volte campione del mondo nelle ultime due edizioni dei mondiali, Wout Van Aert e Mathieu Van der Poel, i due rivali che fin da juniores si sono sfidati tra strada e ciclocross in qualsiasi competizione. I tre favoritissimi però dovranno vedersela con un gruppo nutrito di avversari pronti a spezzare i sogni di Francia, Belgio e Olanda.

Innanzitutto troviamo Tadej Pogacar, leader della Slovenia che proverà a inventare qualcosa in un percorso non proprio adatto alle sue caratteristiche. Occhi puntati anche su Michael Matthews (Australia), Remco Evenepoel (Belgio), vincitore dell’ultima Vuelta di Spagna, Alexander Kristoff (Norvegia), Biniam Girmay (Eritrea), Joao Almeida (Portogallo), Benoit Cosnefroy (Francia) ed Ethan Hayter (Gran Bretagna).

Partono un gradino sotto, ma sono comunque da attenzionare Stefan Kung (Svizzera), Sergio Higuita (Colombia), Neilson Powless (Stati Uniti), Skjelmose Jensen (Danimarca) e Peter Sagan (Slovacchia).

E l’Italia? Ci presentiamo ai blocchi di partenza con Lorenzo Rota, Matteo Trentin, Andrea Bagioli e Alberto Bettiol che vogliono correre da protagonisti.