Mondiali Wollongong 2022 / Van Aert si inchina a Evenepoel: «Il Belgio avrà due leader»

Van Aert
Wout Van Aert in azione alla cronometro dei campionati del mondo di Imola
Tempo di lettura: 2 minuti

Wout Van Aert è uscito alle 7 del mattino dal quartier generale del Belgio, il lussuoso Headlands Hotel ad Austinmer Beach, sedici chilometri a nord del porto di Wollongong, per farsi una corsetta a piedi: sei chilometri in meno di mezzora, lungo la costa. Tre ore dopo il fuoriclasse belga è tornato fuori, stavolta in bici, con i suoi compagni di nazionale per un giro di 122 chilometri, salita di Mount Pleasant compresa.

Wout, uno dei grandi favoriti per la corsa in linea (alla quale ha sacrificato anche la crono) ha detto che il Belgio «quest’anno avrà due leader», ammettendo dunque che sarà capitano della squadra in coabitazione con Remco Evenepoel, recente vincitore della Vuelta. Van Aert racconta che la squadra belga ha preso atto della delusione nel 2021, quando la maglia iridata è scivolata via a beneficio di Julian Alaphilippe.

«Abbiamo imparato da quello. Ora, come squadra, abbiamo due leader». Nel 2021 ci furono polemiche e recriminazioni in Belgio per una presunta mancanza di collaborazione tra i corridori, in particolare tra loro due. Anche Eddy Merckx fu molto duro. «Voglio guardare avanti – dice ora Van Aert – e penso basti dire che abbiamo imparato da questo e lo faremo in modo diverso. Quest’anno gli altri devono vedere due belgi e non uno solo. L’anno scorso ero l’unico leader e, con un ragazzo forte come Remco, è sempre meglio andare come co-leader e correre insieme, è qualcosa che abbiamo imparato come squadra. Faremo diversamente quest’anno. Avremmo potuto agire diversamente nel tratto finale dell’anno scorso, ma c’erano più interrogativi sulle sue condizioni dopo un’estate difficile per lui. Ora è evidente quanto Remco sia forte».

Parlando della corsa del 25, Van Aert ha poi aggiunto. «Con Remco che avrà la responsabilità della corsa, gli altri dovranno inseguire e questa può essere un’ottima situazione per me. Il percorso è interessante per il team, una salita di 1 km al 7% sul circuito suona molto familiare a noi belgi».