Cervélo Soloist: non chiamatelo un semplice ritorno

Cervélo
La Cervélo Solist
Tempo di lettura: 2 minuti

La Soloist è probabilmente la bicicletta più famosa di Cervélo. Nei primi anni 2000 è stata la prima bicicletta di serie realizzata con tubazioni aerodinamiche in alluminio di propria produzione e la prima scelta per i corridori World Tour che all’epoca militavano nel team CSC e nel Cervélo Test Team. Ora è arrivato il momento di farla conoscere ad una nuova generazione. Non più un prodotto per soli professionisti, la nuova Soloist è stata progettata per i corridori amatoriali che si allenano ogni settimana.

Questo è il tipo di compromesso che fa gola a chiunque. Con l’S5 si potrebbe andare a caccia di punti per la maglia verde al Tour de France, con l’R5 si punterebbe ai traguardi sulle Alpi, ma la maggior parte di noi non dispone di un servizio corsa al seguito, di meccanici e di auto di supporto a nostra disposizione. Senza questi lussi, la maggior parte dei moderni corridori su strada ha bisogno di una bicicletta che sia al tempo stesso leggera e aerodinamica, versatile ed affidabile. Facile nella manutenzione e comoda da trasportare. Che possa essere allestita sia con cambio meccanico che elettronico, che sia in grado di supportare i continui risciacqui dell’autolavaggio locale e che possa essere passata da un membro all’altro del team nel corso della stagione.

Il movimento centrale BBRighT-47, apparso per la prima volta sul modello R5-CX, è ideale per chi percorre molti chilometri ma non ha un meccanico professionista che controlla la bici ogni giorno. La sostituzione del movimento centrale è un un gioco da ragazzi e contribuisce a prolungare la vita del telaio.

Il passaggio dei cavi è all’interno del telaio per motivi di aerodinamica, ma non passa attraverso l’attacco manubrio. Abbiamo sviluppato un nostro sistema che fa passare i cavi sotto l’attacco manubrio attraverso il tappo del cuscinetto. Grazie a questa soluzione non sarà più necessario intervenire sull’impianto frenante ogni qualvolta si voglia cambiare l’attacco manubrio, sia che vogliate apportare modifiche alla vostra posizione, sia quando vi troverete a dover cedere la bicicletta a un amico che utilizza un attacco di lunghezza diversa.

La Solist può alloggiare pneumatici fino a 34mm (misurati) e ruote larghe quanto basta per poterli sostenere. Per la Soloist abbiamo ripreso le geometrie di guidA direttamente dalla R5. L’R5 è amata dai professionisti e dai dilettanti per il suo equilibrio, la sua stabilità e precisione quando una terribile salita si trasforma in una discesa ancora più terribile. La Soloist beneficia di un paio di decenni di perfezionamento in una volta sola, facendosi trovare subito pronta per le moderne competizioni.

www.cervelo.com