Sangalli, il ct verso gli europei di Monaco: Balsamo e Bastianelli guidano una nazionale di velociste

Paolo Sangalli dialoga con Elena Cecchini al Giro Donne 2022
Tempo di lettura: < 1 minuto

Sarà un agosto con “tutore” quello che aspetta Paolo Sangalli che il 27 luglio è stato travolto da una macchina mentre era in bici fratturandosi una scapola. Così il ct azzurro è stato costretto a vedere le ultime due tappe del Tour Femmes dalla poltrona di casa, traendo però informazioni importanti per i prossimi appuntamenti della nazionale.

Paolo Sangalli verso gli europei di Monaco: ecco che Nazionale vedremo alla prossima rassegna continentale

«Ottima la prestazione di Silvia Persico – sottolinea Sangalli – ed Elisa Longo Borghini è andata molto bene, peccato per la seconda tappa che ha pregiudicato probabilmente anche l’ultima, ma la condizione c’era. E poi un dispiacere enorme per la Cavalli. Queste cose vanno punite col Var, che non vuol dire mandare via la ragazza dal Tour, ma un segno ci vuole. Quando si cade si frena, Marta ha rischiato grosso. Con lei ci sentiamo ogni giorno, sta facendo dei controlli accurati e ancora non è risalita in bici».

Persico, Longo Borghini e naturalmente Cavalli non saranno tra le convocate degli europei di Monaco che si correranno il 21 agosto.

«Bisogna cominciare a concentrarsi sul mondiale australiano – afferma il Ct – che è lungo ed è duro. C’è da resettare e riprepararsi…».

A Monaco Sangalli porterà otto velociste a cominciare dalla campionessa del mondo Elisa Balsamo e da Marta Bastianelli che a Rosheim, nella sesta tappa del Tour ha sfiorato la vittoria battuta solo da Marianne Vos.

«Bastianelli ha fatto un bellissimo finale in quella tappa e Balsamo come sempre si farà trovare pronta».

Così come saranno pronte Rachele Barbieri, Chiara Consonni, Elena Cecchini, Maria Giulia Confalonieri, Barbara Guarischi e Ilaria Sanguineti.

«Il leit motiv sarà quello che negli ultimi decenni domina le gare internazionali: Italia contro l’Olanda che schiera Lorena Wiebes, la velocista più forte».