Tour de France Femmes 2022 / Il ds della Frain: «Non riesco a riguardare l’incidente di Marta Cavalli»

Marta Cavalli alla partenza del Tour de France Femmes 2022
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il brutto incidente che ha costretto Marta Cavalli a lasciare il Tour de France Femmes 2022 prima della fina della seconda tappa dopo che Nicole Frain l’ha colpita ad altissima velocità, fa ancora discutere. Stephen Delcourt, il team manager di FDJ-SUEZ Futuroscope, aveva detto a CyclingNews prima dell’inizio della terza tappa che non sarebbe partito se fosse stata al via la Frain. Bart Faes, direttore sportivo del Parkhotel Valkenburg, difende la Frain.

Tour de France Femmes 2022: Bart Faes, il direttore sportivo di Nicole Frain: «Non riesco a riguardare l’incidente di Marta Cavalli»

«Se fossi Nicole Frain, non sarei partito. Ma io non sono lei, né il suo direttore della squadra, né l’organizzazione», ha detto Delcourt. Faes ammette. «È difficile riguardare l’incidente, ed è difficile da descrivere. Ho pensato a Marta e alla sua famiglia. Come è potuto succedere? Non era intenzione di Nicole fare del male a nessuno». Faes ha detto che lui e Frain hanno entrambi cercato di contattare la FDJ-SUEZ Futuroscope, preoccupati per Marta Cavalli, ma soprattutto per scusarsi. «Temevamo che avesse un grave infortunio e questa è l’ultima cosa che dovrebbe accadere. È molto difficile anche per noi quello che è successo», dice Bart Faes. Sui Social i commenti sono stati molto pesanti. «Tutte persone che non sono in gara e non possono vedere cosa sta succedendo… Nicole ha provato a frenare, ma ovviamente non è riuscita a frenare in tempo», ha detto ancora Faes.