TOUR DE FRANCE / TOURbillon: a Copenaghen la partenza numero 24 dall’estero. Numeri e storie in giallo

L'ultima partenza del Tour de France dall'estero, prima di quella di quest'anno a Copenaghen: Bruxelles 2019 (foto: A.S.O./Thomas Maheux)
Tempo di lettura: 2 minuti

TOURbillon è una rubrica di curiosità, cifre e statistiche sul Tour de France, che vi farà compagnia ogni mattina fino al 24 luglio, giorno in cui terminerà la corsa francese. Chi ha vinto più volte la maglia a pois? Qual è la fuga solitaria più lunga della storia? Quali sono i numeri della carovana pubblicitaria? Tutto questo e molto altro lo troverete in TOURbillon.

Con quella di oggi a Copenaghen saranno 24 le partenze del Tour de France al di fuori dei confini francesi, la prima nel lontano 1954 nei Paesi Bassi ad Amsterdam; dieci le nazioni ad aver accolto la partenza della Grande Boucle. Aneddoti e curiosità delle più iconiche.

Tour de France, a Copenaghen la ventiquattresima partenza dall’estero: le curiosità sulla Grande Boucle

La prima non si scorda mai

La prima tappa del Tour de France a partire da un altro paese è stata l’Amsterdam – Brasschaat, che vide come vincitore Wout Wagtmans, era l’8 luglio 1954.

L’unica prima tappa del Tour non partita dalla Francia vinta da un italiano

È Francesco Moser a detenere questo primato. Il corridore di Palù di Giovo è infatti il primo e unico italiano ad aver vinto la prima tappa del Tour de France partito in terra straniera. Il 26 giugno del 1975 si aggiudicò la crono partita da Charleroi in Belgio.

Il Paese dopo la Francia con più partenze del Tour

Il Paese da cui il Tour è partito più volte è, esclusa la Francia, l’Olanda, che ha ospitato dopo l’ Amsterdam – Brasschaat del 1954 altre cinque edizioni, l’ultima nel 2015 a Utrecht. Seguono il Belgio con cinque edizioni e la Germania con quattro.

La partenza straniera con il record più interessante

Nel 2015, durante la cronometro individuale di Utrecht nei Paesi Bassi, l’australiano Rohan Dennis fece segnare il miglior tempo, aggiudicandosi anche il record per la crono più veloce. Il corridore del Team Jumbo-Visma infatti concluse la gara con una velocità media di 55, 446 chilometri orari.

Il record di Fabian Cancellara

Dal 2000 al 2010 ci sono state ben cinque occasioni in cui la partenza della Grande Boucle è avvenuta fuori dai confini francesi. Nel 2002 la crono individuale in Lussemburgo, poi il 3 luglio del 2004 quella di Liegi vinta da Fabian Cancellara. Tre anni dopo, il 7 luglio del 2007, Il Giro di Francia sbarcò in Inghilterra, con l’ennesimo trionfo in una crono per “la locomotiva di Berna”.

Con la crono di Rotterdam del 2010, che ha visto nuovamente vincitore Fabian Cancellara, lo svizzero sarà l’unico corridore nella storia del Tour ad aver vinto quattro crono iniziali, tutte con partenza estera.

Il Tour “principesco”

Come non ricordare un Tour de France con partenza dal Principato di Monaco? Era il 4 luglio e in questa occasione si tenne la prima tappa a cronometro della Grande Boucle proprio tra le strade del Principato. Il percorso, di 15 chilometri, riprendeva il tracciato del Gran Premio di Formula 1.

È il giorno della grande partenza

È finalmente arrivato il momento di vivere le emozioni del Tour con la Grande Partenza, la crono di Copenhagen, con cui oggi si assegnerà la prima maglia gialla. Una crono cittadina, che si sviluppa tra le strade della capitale danese, ma comunque veloce e ricca di insidie come tutti i circuiti di questa categoria. Tanti i luoghi suggestivi che circondano il tracciato, tra cui spiccano i Giardini di Tivoli e la Sirenetta, simbolo della Danimarca. Saranno poco più di 13 i chilometri da percorrere e la partenza del primo dei 176 corridori al via è prevista per le ore 16.