Roglic fiducioso: «Non ho più dolori al ginocchio. Ci alleneremo a Tignes per farci trovare pronti al Tour»

Roglic
Primoz Roglic vince il Giro del Delfinato 2022 (foto: A.S.O./Vialatte)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Se c’è qualcuno che può mettere i bastoni tra le ruote di Tadej Pogacar al Tour de France, quelli sono Primoz Roglic e Jonas Vingegaard. Probabilmente più il primo del secondo, vista l’esperienza e il palmares. L’inizio stagione dello sloveno è stato piuttosto travagliato, con diversi problemi al ginocchio che lo hanno costretto a saltare alcune corse importanti e a non performare al meglio in altri appuntamenti.

La vittoria al Giro del Delfinato però mette nuovamente in luce il 32enne della Jumbo-Visma, tornato finalmente sui suoi livelli a poche settimane dal via della Grande Boucle. «Abbiamo ancora un po’ di tempo per affinare la condizione. Speriamo di migliorare un altro po’. Intanto però sono felice di non avvertire più dolori al ginocchio, è una cosa che mi da fiducia in vista del Tour».

Roglic non ha voluto commentare le tante domande dei giornalisti sulla rivalità interna tra lui e Vingegaard. «Siamo tutti capitani, tutti possono dire qualcosa, siamo una squadra fortissima e che al Tour sarà protagonista con ogni componente. Non mi interessa chi di noi vince, l’importante è il bene della squadra. Al Delfinato abbiamo avuto sempre la corsa sotto controllo. Ora ci godremo un piccolo periodo di riposo prima di allenarci a Tignes in vista della Grand Dèpart».